Scoppia la lite a salta fuori il cannone: denunciato

Minaccia aggravata, nei guai un imprenditore cinquantenne che aveva alla cinta l’arma estratta durante un diverbio

Avarie

Un’arma micidiale, capace di uccidere, che fa paura anche se solo mostrata durante una lite.
Per questo il suo possessore, un imprenditore cinquantenne è stato denunciato a piede libero per minaccia aggravata.

Nella giornata di ieri, domenica, a Brunello, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Varese hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica un 50enne poiché ritenuto responsabile del reato contestato.

I militari sono intervenuti alle prime luci dell’alba nel centro paese nell’abitazione dell’uomo accusato di aver minacciato un ventenne operaio esibendo portata addosso, sulla propria cintura pur senza utilizzarla, una pistola Glock calibro 40 regolarmente detenuta e denunciata.

Per questo i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile e della stazione di Azzate hanno proceduto al ritiro cautelare secondo le norme del testo unico di pubblica sicurezza del porto di fucile uso sportivo, di un’altra pistola e tre fucili regolarmente detenuti e denunciati all’autorità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore