Inseguito per giorni, finisce in manette il boss dello spaccio nelle valli

Per tre volte, all'alba, i carabinieri hanno tentato di prendere il 29enne che coordinava lo spaccio nella zona tra Varese, il Ceresio e il Lago Maggiore. Una costanza premiata sabato mattina, quando è scattata la trappola a Boarezzo

Spaccio boschi Valganna arresto

Dopo i “cavalli”, ora è finito in manette anche il capo banda. A distanza di meno di un mese e dopo tre diversi tentativi, i carabinieri sono riusciti a individuare e arrestare, all’alba di sabato, il vertice della banda di spacciatori delle valli varesine e del Luinese, già indebolita all’inizio del mese di marzo

Generico 2018

L’arrestato è P.A., cittadino marocchino 29enne: è stato sorpreso a Boarezzo, in uno dei punti di spaccio nei dintorni del paese. «Ci abbiamo provato per tre giorni in una settimana» confessa il capitano Alessandro Volpini, che con i suoi uomini ha fatto la posta all’alba per più volte. Costanza e pazienza hanno premiato i militari sabato mattina, intorno alle 9.

L’arrestato è il “coordinatore” dello spaccio nelle valli, ma è considerato anche il tramite con i grossisti nel Sud Milano: «tesseva i rapporti e teneva le fila con la base logistica di Corsico, da cui veniva il grosso dello stupefacente».

Spaccio boschi Valganna arresto

Le precedenti operazioni si erano svolte tra la fine di febbraio e l’inizio del mese di marzo, con veri e propri rastrellamenti in area montana. Il giro di spaccio tra Lago Maggiore e Ceresio è ampio, persino con acquirenti che vengono da oltre confine, complice anche la gran quantità di soldi che gira dalle parti del Ticino: anche in questo caso (come già nella precedente operazione) sono comparsi anche alcuni franchi svizzeri.

«Siamo certi che non molleranno, ma anche loro sanno che non molleremo neppure noi – dice il colonnello Claudio Cappello, comandante provinciale dei carabinieri -. Ma stiamo creando loro grandi difficoltà».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 02 Aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Giorgio Martini Ossola
    Scritto da Giorgio Martini Ossola

    Davvero un grande grazie alle nostre forze dell’ordine,che nel silenzio controllano sempre il territorio e fanno un enorme lavoro per la comunità. Ora è lo stato che deve fare il proprio dovere,ovvero assicurare che chi delinque venga messo nelle condizioni di non reiterare il reato. Espulsioni e carcere certo per questi delinquenti,lo stato lo deve ai cittadini e sopratutto a chi ogni giorno rischia la vita per loro.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.