Macchine vandalizzate: in manette due 35enni

La Polizia cantonale ha arrestato un uomo e una donna residenti nel Bellinzonese ritenuti responsabili di danneggiamenti nel Gambarogno

polizia cantonale svizzera

Due 35enni sono finiti in manette, arrestati dalla Polizia cantonale svizzera.

Si tratta di un cittadino svizzero e di una donna italiana,  entrambi residenti nel Bellinzonese.

I due sono sospettati di essere gli autori di una serie di danneggiamenti, avvenuti nelle scorse settimane, ai danni di almeno sei veicoli nel Gambarogno. La loro identificazione e il successivo fermo sono stati resi possibili dagli accertamenti scaturiti dall’apposita inchiesta della Polizia cantonale.

Nei loro confronti si ipotizzano gli addebiti di danneggiamento, coazione, minaccia, ingiuria, calunnia e diffamazione. La misura restrittiva della libertà è già stata confermata dal Giudice dei provvedimenti coercitivi (GPC). L’inchiesta è coordinata dal Sostituto Procuratore generale Nicola Respini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore