Forza Italia perde un pezzo, Lorusso lascia il gruppo

Il consigliere si smarca dal gruppo, ma precisa: "Sto con la maggioranza". La comunicazione ufficiale mercoledì pomeriggio: aderisce al gruppo misto. In consiglio, nelle file della Lega, Pedron subentra a Zibetti

Primo consiglio comunale Gallarate 2016

Forza Italia Gallarate perde un pezzo, ma lo guadagna la maggioranza. Forzando un po’ la mano, potrebbe essere la sintesi del passo annunciato da Giuseppe Lorusso. Eletto nelle file degli azzurri, ora allontanatosi, pur «senza nessuna polemica, per ragioni personali», tiene a sottolineare. E con una precisazione immediata: «Sto con la maggioranza».

Ufficialmente, Forza Italia è sempre dentro nel perimetro di maggioranza a Gallarate. Ma i contraccolpi dell’inchiesta Mensa dei poveri, l’estromissione degli assessori azzurri dalla giunta (sostituiti da “civici”) stanno orientando il partito di Berlusconi verso un appoggio di merito, una sorta di appoggio esterno, con la necessità per il sindaco Andrea Cassani di pensare a puntellare nuova maggioranza.

Ed è qui che – appunto – un cambiamento potrebbe modificare gli equilibri in consiglio comunale, a favore della maggioranza che sosterrebbe ancora Cassani. Giuseppe Lorusso, che in queste settimane non ha partecipato al consiglio comunale e che era al di fuori del “correntone” di Agorà, decide per il passo di lato, smarcandosi.
«Ad ogni buon fine rappresento che sono stato orgoglioso di aver ricoperto questa carica per tre anni nel Gruppo Consiliare di Forza Italia e di essermi impegnato, nei limiti delle mie possibilità, nel dare il mio contributo a questa importante assemblea elettiva» ha scritto nella comunicazione ufficiale di oggi, mercoledì 12 giugno, con cui annuncia anche il suo passaggio al gruppo misto (dove oggi siedono i ferrazziani, eletti nelle file della Lega e poi fuoriusciti).

In consiglio Lorusso, come ogni altro libero consigliere eletto dai cittadini, esprime il suo voto singolo. Diverso il caso delle commissioni, dove si vota per gruppo e si fa la conta degli aderenti al gruppo: se Lorusso aderisse al gruppo misto oggi costituito dai “ferrazziani”, il suo voto in alcune votazioni si sommerebbe a quello (spesso critico) dei due consiglieri Fichera e Carabelli. Ecco perché dalle parti della maggioranza si spera che possa in futuro aderire a un altro gruppo politico, che garantirebbe maggiore flessibilità e qualche sicurezza in più al centrodestra di Cassani.

Nel corso del consiglio di mercoledì sera anche un cambio in casa Lega: Melania Pedron è entrata sui banchi di maggioranza al posto di Andrea Zibetti, nominato assessore mercoledì scorso. Gli altri nuovi assessori sono esterni (cioè non eletti come consiglieri), dunque non ci sono altre modifiche alla composizione dell’assemblea civica.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 12 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da GMT

    Un sincero plauso a chi si distingue nell’azione politica allontanandosi con decisione dalle ambiguità delle scelte e dal ruolo di servizio ai Gallaratesi.

Segnala Errore