La Pro Patria ginnastica conclude l’anno con un saggio in musical

Come da tradizione la Pro Patria bustese sportiva chiude l’anno col saggio accademico al Palayamamay. Il tema di quest’anno è stato il musical

saggio pro patria ginnastica 2019

Si è svolto nel pomeriggio di domenica 16 giugno, al PalaYamamay, con il patrocinio della città di Busto Arsizio, il saggio accademico della Pro Patria bustese sportiva. I ginnasti delle diverse categorie, di ginnastica artistica e ritmica, si sono esibiti in coreografie con attrezzi e a corpo libero, per concludere l’anno sportivo 2018-2019.
Il tema di quest’anno, che ha fatto da sfondo all’intero spettacolo, è stato il musical, portando il pubblico a rivivere il tempo di “High school musical”, “Mamma mia”, “Mary Poppins” e molto altro.

Galleria fotografica

Il saggio della Pro Patria ginnastica 4 di 6

L’evento, presentato e accompagnato da Sergio Salmoiraghi, si è diviso in due parti: il 1° tempo scandito da 13 esibizioni degli atleti più giovani, mentre il 2° tempo da altri 7 spettacoli dei più grandi. Non sono mancati nemmeno i numeri col tessuto aereo con cui è stato proposto “Moulin rouge” e la coreografia finale delle istruttrici, applaudite dai ginnasti, come da tradizione, a rullo di tamburi sulla pedana.

I saluti finali sono stati dell’istruttore Rino Scala, della segretaria Graziella Candiani, del presidente Pro Patria, Rosario Vadalà, di Massimo Tosi, presidente di Assb (Associazione delle società sportive di Busto Arsizio) e del consigliere Alessandro Albani in rappresentanza dell’amministrazione comunale, che nonostante tutte le problematiche, che da tempo interessano la società, sono orgogliosi di aver concluso in bellezza anche quest’anno con il saggio dei 500 atleti, giovani promesse del territorio.

di
Pubblicato il 18 giugno 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il saggio della Pro Patria ginnastica 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore