A Busto arrivano quattro nuovi supermercati

In comune i progetti che riguardano 4 zone della città in cui vogliono insediarsi nuovi punti vendita. L'assessore Tovaglieri: "Esclusa la ex Mizar saranno di piccole dimensioni, supermercati di quartiere"

Il nuovo Tigros di Busto Arsizio

C’è fermento negli uffici del settore urbanistica del comune di Busto Arsizio. Sui tavoli ci sono infatti diversi dossier che riguardano l’arrivo di nuove attività commerciali in città. Sono complessivamente 4 le aree su cui «alcuni operatori hanno mostrato interesse ad investire», conferma l’assessore all’urbanistica Isabella Tovaglieri.

Il primo -e già noto- è il vasto piano di recupero della Ex Mizar. Nel progetto che interessa un’area da oltre 70.000 metri quadri una fetta da 2.500 è infatti destinata al settore food anche se «in questo senso non c’è nessuna certezza -spiega Tovaglieri- e alla fine il supermercato potrebbe avere anche dimensioni inferiori» (LEGGI QUI I DETTAGLI). Più piccoli e compresi tra i 1.000 e i 1.500 metri quadri sono invece gli interventi che riguardano altre 3 aree della città: una all’angolo tra via Palestro e via Montello, un’altra nel vecchio stabilimento Randi di via Magenta e una terza in Piazzale Crespi.

«Si tratta di insediamenti di piccole dimensioni, veri e propri supermercati di quartiere -precisa Tovaglieri- e al momento non è ancora detto che tutti gli interventi arriveranno a conclusione». Quello che è certo è che «tutte le realtà che arriveranno dovranno riconoscere una contropartita al comune». L’esempio è quello della Lidl attualmente in costruzione sulla via Magenta «che sta realizzando due rotonde che miglioreranno molto la viabilità nella zona, interventi che noi da soli non avremmo mai potuto fare».

Un avvento di supermercati che negli ultimi anni in città ha avuto un’accelerata sostanziosa con la Coop nell’ex Calzaturificio Borri e la Lidl a Beata Giuliana e che per l’assessore Tovaglieri ha una motivazione ben precisa: «Fino al 2013 il PGT bloccava l’arrivo di queste strutture in città ma ora le cose sono cambiate e quindi stanno arrivando le richieste; in ogni caso è bene ricordare che il numero di supermercati in città è ancora al di sotto del fabbisogno di una realtà con tanti abitanti quanti Busto Arsizio».

Cinema, negozi e centro sportivo: ecco il piano per la ex-Mizar

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 28 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore