Il Parco del Campo dei Fiori diventa più grande

Il Consiglio regionale ha approvato l'ampliamento a Sud fino a ricomprendere tutto il territorio di Luvinate

allargamento parco del campo dei fiori

Il Parco del Campo dei Fiori si allarga a Sud di circa 40 ettari. L’ampliamento è stato votato questa mattina dal Consiglio regionale che mette così fine all’iter avviato sei anni fa.

Il procedimento era iniziato nel gennaio 2013, con l’approvazione, all’unanimità, del Consiglio Comunale di Luvinate con cui si richiedeva al Parco di valutare la proposta di allargamento dell’Ente al sud Luvinate. L’ente Parco approvava la richiesta nel luglio 2017. Negli scorsi mesi del 2019 il via libera della Giunta regionale ed ora il sigillo finale del Consiglio Regionale. «Ringrazio il Presidente Fontana, la sua Giunta ed il Consiglio Regionale per il sostegno, così come ringrazio il Presidente Barra, il Direttore Bernasconi, i consiglieri comunali di Luvinate e tutti gli uffici del Comune e del Parco che hanno lavorato negli anni senza sosta al raggiungimento di questo obiettivo –  ha commentato il Sindaco Alessandro Boriani che aggiunge  – Luvinate con il Sindaco Binda era stato uno dei comuni fondatori dell’Ente Parco. Oggi scriviamo una pagina nuova, con il Parco che si allarga oltre la Statale per una superficie di oltre 40 ettari e che va a comprendere l’area intorno al Torrente Tinella, già considerata un ambito significativo da un punto di vista eco-sistemico, in coerenza con la rete ecologica provinciale e regionale. Inoltre –prosegue Boriani- si vanno ad unire aree del Parco oggi separate: il Tinella congiungerà i terreni già facenti parte del Parco su Casciago e Morosolo con il resto dei territori compresi intorno al Campo dei Fiori. E’ un’azione di tutela e di rilancio ambientale di assoluto rilievo che va di pari passo con l’azzeramento dell’edificabilità, sempre nella parte sud di Luvinate, approvato dal Comune nella primavera del 2016. Tutte scelte che guardano alla Luvinate del futuro dei prossimi decenni che consegneremo alla comunità».

L’inserimento nell’Ente Parco rappresenterà una opportunità ed un investimento: «Si tratta ora di valorizzare appieno tutta l’asta del Tinella che attraversa il paese, con  adeguati progetti di mobilità dolce e interconnessione ambientale, anche lungo la direttrice Lago di Varese – sentiero 10. Ci metteremo subito al lavoro con gli Enti preposti» ha assicurato Boriani.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore