Ferragosto senza messa nella grotta del Remeron

Escursioni garantire secondo gli orari ma la tradizione non verrà rispettata

La messa di Ferragosto nella grotta Remeron

Ferragosto senza messa nella grotta del Remeron. Una tradizione che quest’anno non si rinnova: per la festa dell’assunzione di Maria, nessuna celebrazione è prevista nel grande salone a 50 metri di profondità della buca con accesso nel comune di Comerio.

Galleria fotografica

Dentro la grotta Remeron 4 di 28

La comunità pastorale non ha rinnovato l’impegno con la presenza di un sacerdote che,  in abito talare con il caschetto in testa, officiava per un ristretto numero di fedeli, data la capienza del luogo.

Ma se anche non ci sarà la tradizionale funzione, il programma di visite in grotta rimane invariato con escursioni guidate alle 9.30, alle 10.00. alle 15.00 e alle 15.30

LA GROTTA DEL REMERON

Il parco del Campo dei Fiori ospita un centinaio di grotte, conosciute a oggi, e la più praticabile, oltre ad essere la più nota, è la Remeron.

La cavità, profonda più di 250 metri dall’ingresso, si sviluppa per 2300 metri nella montagna. Al suo interno ci sono due laghi, il primo a quota -175 metri (lago Bertelli) e il secondo a -210 (Lago Binda).

STORIA
La Grotta, nota anche come Buca dei Remeron, fu sempre evitata dai contadini della zona, sicuri che fosse dimora di serpenti giganti e mostri fantastici. Dopo la prima esplorazione del 1900, svolta dallo speleologo Bertarelli, apparse sulla rivista da lui fondata “Touring club italiano” il racconto del suo sopralluogo e con l’apertura al pubblico nel 1914, Comerio diventò una delle mete per eccellenza per gite fuori porta nel mondo ipogeo.
Negli anni successivi continuarono le scoperte di altri luoghi segreti.  

Dopo il conflitto nazista le visite cominciarono a diradarsi e, per la scarsa manutenzione, gli impianti andarono degradandosi. Nel 2004 la grotta riapre al pubblico a seguito dei lavori di valorizzazione e di restaurazione permessi grazie ai contributi della Regione e del Parco del Campo dei Fiori.

ABITANTI DELLA GROTTA
La Grotta Remeron è abitata da 5 specie di pipistrelli, oltre che a particolari muffe e alghe. A tutela della fauna interna il percorso turistico prevede una particolare illuminazione ed è proibito  accendere fuochi o addirittura parlare a voce alta.

GITE E ABBIGLIAMENTO
Sono disponibili due percorsi a seconda delle proprie capacità.
Il primo è per tutti i turisti  e consiste nella discesa fino alla Sala Grande a quota -50 metri. Il secondo è riservato alle visite degli speleologi e si addentra ancora di più.
Oltre alle visite guidate, la grotta è luogo di feste ed eventi. Per entrare in grotta non serve nessuna attrezzatura, si raccomanda però di indossare un abiti adeguati (K-way, felpa o maglione) e calzature con suola in gomma.

BIGLIETTI E CONTATTI
È obbligatoria la prenotazione tramite il sito   http://www.grottaremeron.com/ .
I prezzi dei biglietti variano a seconda delle fasce d’età.

Bambini: 0-5 anni: € 0,00\ Ragazzi: 6-13 anni: € 2,00\ Adulti: 14-99 anni: €7,00

Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero verde 800 090 239 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13.

di
Pubblicato il 14 agosto 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Dentro la grotta Remeron 4 di 28

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore