La Pro Patria frena, con la Pro Vercelli termina 1-1

Allo "Speroni" Comi risponde a Le Noci e le due squadre si mettono in tasca un punto a testa. I tigrotti chiudono in 10 per l'espulsione di Fietta

Pro Patria - Pro Vercelli

Un gol per tempo tra Pro Vercelli e Pro Patria, in una partita bagnata, fisica, nervosa ma emozionante e divertente che finisce 1-1. Dopo un inizio a tavoletta per gli ospiti, i tigrotti trovano il gol al 21’ con un gran sinistro da fuori area di Le Noci, e riescono ad andare negli spogliatoi in vantaggio. Al primo minuto della ripresa arriva invece il pareggio piemontese, grazie ad un colpo di testa di Comi complice un’uscita errata di Tornaghi. Per tutto il secondo tempo la Pro Patria sembra averne di più, ma non riesce a sferrare il colpo del 2-1, nonostante anche un gol annullato a Parker. Punto comunque importante contro una Pro Vercelli che ha fatto vedere una grande reattività e corsa, e che nel primo tempo sembrava poco contenibile, soprattutto sulle fasce. I tigrotti salgono così a 16 punti, a parimerito temporaneo con la Carrarese. Ora sotto con il turno infrasettimanale, mercoledì 23 ottobre alle ore 18.30 a Pontedera.

Galleria fotografica

Pro Patria - Pro Vercelli 1-1 4 di 37

Nel primo tempo la Pro Vercelli spaventa, ma ai punti hanno ragione i tigrotti. Infatti Comi ci prova subito, al 3’, raccogliendo una ribattuta di Battistini e calciando di prima. Il difensore biancoblù però è bravo a mettersi sulla traiettoria e deviare il tiro potente del centravanti. Sempre lui all’8’ a colpire di testa, alto, su cross dalla destra di Schiavon. Al 16’ gli ospiti confezionano un’altra grande azione, che si conclude con il cross di Quagliata per il piattone, quasi a botta sicura, di Comi, che però non ha fatto i conti con Tornaghi che tocca e manda in angolo. Dopo un’altra pericolosa incursione di Rosso, che calcia male dal limite dell’area, al 21’ la Pro Patria arriva per la prima volta al tiro in porta e segna: cross da una punizione dalla trequarti di Bertoni, la difesa allontana. In agguato c’è Le Noci che prende la mira e di controbalzo fulmina Moschin con un sinistro rasoterra chirurgico. Nonostante il vantaggio il copione non cambia, i piemontesi continuano a spingere. Al 24’ Schiavon fa partire un bolide dal limite che Tornaghi in qualche modo manda in corner. Al 28’ la Pro Patria si fa vedere con un buono spunto di Fietta che mette in mezzo per Mastroianni, quest’ultimo calcia ma la difesa respinge. I bianchi (oggi in rosso) però non accennano ad abbassare il ritmo e al 35’ Rosso serve in area Azzi che calcia di prima, di poco alto. Risponde la Pro al 38’, con un tiro debole di Ghioldi che Moschin para facilmente, e al 45’, quando Boffelli trova bene Le Noci in avanti. Il numero 10 crossa di prima, in mezzo c’è Mastroianni che non ci arriva di pochissimo.

La ripresa comincia malissimo per i bustocchi. Non sono neanche passati 60 secondi che Franchino, trovato il fondo crossa per la testa di Comi. Tornaghi è posizionato male e un fraintendimento tra due difensori permette all’attaccante di colpire indisturbato e pareggiare. All’8’un bello schema da una punizione di Bertoni libera anche Le Noci per il colpo di testa, purtroppo per lui calibrato male, un peccato perché era riuscito a staccare indisturbato in mezzo all’area. Pochi minuti dopo Pro Vercelli pericolosa con Schiavon che da una punizione ravvicinata calcia forte ma alto. Al 24’ con un altro schema i bustocchi provano a bucare il muro piemontese, ma la conclusione di Lombardoni viene respinta. In generale adesso si ha una sostanziale parità di forze, con la Pro Vercelli che appare anche un po’ sulle gambe dopo la tanta corsa del primo tempo. I tigrotti provano quindi a cercare varchi, che spesso però si chiudono, con le maglie rosse degli ospiti a costruire un muro impenetrabile davanti a Moschin. Neanche al 33’, quando Parker dopo una bagarre in area riesce di testa a segnare, perché l’arbitro Virgilio ravvisa un fallo ai danni della difesa e ammonisce Fietta. Al 40’ ancora Schiavon, autore di una gran partita, impegna Tornaghi con un tiro dal limite che il portiere bustocco riesce a neutralizzare. Un minuto dopo in area vercellese succede il finimondo: dalla rimessa laterale di Spizzichino Parker riesce ad allungare per Colombo, il quale calcia trovando però la respinta di Moschin. La ribattuta torna tra i piedi di Colombo che potrebbe tirare di nuovo se non venisse abbattuto. I tigrotti chiedono a gran voce il rigore ma l’arbitro lascia correre. Una Pro Patria con il sangue alla testa conclude questi ultimi minuti, che nonostante l’espulsione di Fietta al 44’ continua ad attaccare, senza però trovare la via del gol. 

AURORA PRO PATRIA 1919 – FC PRO VERCELLI 1892    1 – 1    (1 – 0)

Marcatori: 21′ p.t. Le Noci (PP); 1′ s.t. Comi (PRV).

AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Tornaghi; 4 Battistini, 19 Lombardoni, 3 Boffelli; 17 Spizzichino (42′ s.t. 20 Cottarelli), 16 Fietta, 14 Bertoni (12′ s.t. 21 Colombo), 23 Ghioldi (12′ s.t. 7 Pedone), 15 Galli; 10 Le Noci (12′ s.t. 27 Kolaj), 9 Mastroianni (28′ s.t. 11 Parker). A disposizione: 12 Mangano, 2 Marcone, 5 Molnar, 6 Palesi, 8 Brignoli, 24 Molinari, 26 Masetti.  All. Javorcic.

FC PRO VERCELLI 1892 (4-3-3): 1 Moschin; 30 Franchino, 31 Carosso, 16 Grossi, 3 Quagliata; 6 Graziano (22′ p.t. 8 Erradi), 18 Schiavon, 14 Bani; 27 Azzi (15′ s.t. 28 Romairone), 9 Comi (30′ s.t. 10 Cecconi), 11 Rosso (15′ s.t. 25 Russo). A disposizione: 22 Saro, 20 Ciceri, 23 Volpe, 24 Volpatto, 26 Pisanello, 34 Merio, 35 Liberali, 36 Zaffiro. All. Gilardino.

ARBITRO: Daniele Virgilio di Trapani (Vincenzo Madonia della Sezione di Palermo e Antonio Lalomia della Sezione di Agrigento).

Angoli: 3 – 3.  Recupero: 0′ p.t. – 5′ s.t. Ammoniti: Grossi, Comi (PRV); Boffelli, Fietta, Lombardoni (PP). Espulsi: Fietta (PP) al 44′ st per doppia ammonizione. Note: Giornata fredda e piovosa. Terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 914.

di
Pubblicato il 19 ottobre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Pro Patria - Pro Vercelli 1-1 4 di 37

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore