“Liberazioni”: il programma del film festival

Ecco i titoli della rassegna cinematografica ideata dall’Università delle Migrazioni di Saronno

Generico 2018

Quattro film da cui partire e a cui seguiranno momenti di riflessione collettiva: sono ora noti i titoli delle pellicole che daranno vita a “liberAzioni”, un percorso cinematografico di sensibilizzazione proposto dall’Università delle Migrazioni di Saronno, per sviluppare riflessioni critiche e approfondimenti su un tema che appartiene all’indole dell’essere umano: il desiderio e la ricerca della libertà.

Dopo il concerto inaugurale tenutosi questo weekend, contraddistinto da musica popolare, cantautori e rock, generi musicali che rispecchiano i temi del film festival, gli appuntamenti si spostano al cinema Silvio Pellico, in via S.Pellico 4, a Saronno, dove saranno presenti per le occasioni registi, produttori e protagonisti dei film proposti. Il primo, “Dove bisogna stare” sarà proiettato il 16 ottobre, alla presenza della protagonista Elena Pozzallo: il film è il racconto di quattro donne che praticano accoglienza in Italia contro la marginalità e l’esclusione.

La seconda proiezione è in programma per il 13 novembre, con “Binxet – Sotto il confine”, un viaggio lungo il delicato confine turco – siriano. Tra i presenti il regista del film, Luigi D’Alife. Si prosegue il giorno 11 dicembre con “I’m the Revolution”, la storia di tre donne di Iraq, Siria e Afghanistan e delle loro comunità: ci sarà il produttore Claudio Jampaglia. Ultimo appuntamento il 22 gennaio, con il film “The Harvest”, un docu – musical che affronta il tema dello sfruttamento dei lavoratori: sarà presente anche il regista Andrea Paco Mariani. Un percorso a 360 gradi sul tema focale della libertà, dunque, affrontato tramite l’immediatezza e la capacità di impatto del cinema. Tutte le pellicole saranno proiettate alle ore 20.45.

di
Pubblicato il 09 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore