Nuovi specialisti e 20 letti “di comunità” per l’Ondoli

Entro dicembre saranno sostituiti gli specialisti di area internistica dimissionari. Presto anche nuovi letti destinati ai pazienti non acuti

Ospedale di Angera

Nuove nomine all’ospedale di Angera. Si tratta di tre nuovi specialisti scelti per potenziare l’area internistica che entro dicembre, prenderanno servizio all’Ondoli in sostituzione dei dimissionari.

«In attesa che prendano servizio i nuovi specialisti selezionati dal concorso – spiega il DG dell’Asst Sette Laghi Gianni Bonelli – a consentire il mantenimento dell’attività internistica saranno i medici delle altre strutture di medicina dell’azienda, a cui va il mio ringraziamento per aver compreso la necessità».

Il passo successivo è rappresentato da un progetto a cui la Direzione sta lavorando in collaborazione con la Direzione dell’ATS dell’Insubria che prevede l’attivazione di venti posti letto per pazienti subacuti, destinati a diventare, in prospettiva, una delle prime applicazioni dei cosiddetti ‘letti di comunità‘.
Si tratta di posti a disposizione di pazienti  non gravi o non più gravi che devono essere dimessi dall’ospedale ma non sono ancora pronti per rientrare al proprio domicilio. Una via intermedia di assistenza decisa nel luglio scorso dalla giunta regionale.

Contemporaneamente, sul fronte della gastroenterologia, in attesa di assumere nuovi specialisti, sarà il direttore della gastroenterologia varesina, il dott. Sergio Segato, a tenere all’Ondoli degli ambulatori specialistici a frequenza bisettimanale. «La disponibilità dimostrata dal Dott. Segato, che ringrazio, – sottolinea Bonelli – dimostra come la nostra Azienda, grande e diffusa su un ampio territorio, sia capace di agire come un’unica grande realtà che fa dell’integrazione e della sinergia la chiave per superare le criticità e crescere».

Infine, è stata individuata la figura di riferimento dell’Area Territoriale Sud dell’ASST dei Sette Laghi per l’Ondoli. Si tratta della La dott.ssa Emanuela Boschi, già Responsabile della zona. Sarà lei, quindi, l’interlocutore aziendale che coordinerà tutte le attività e i progetti che riguardano in particolare l’Ospedale Carlo Ondoli.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore