Castellanza è sporca? Sindaco e giunta in strada con le spazzatrici

Nel mirino i cittadini che non spostano l'auto per il lavaggio strade: "Sindaco e assessori metteranno gli avvisi sulle auto degli smemorati". Arriva anche lo spazzino anti-degrado e il piano per il verde

lavaggio strade castellanza

Lavaggio strade, un incubo per molti cittadini castellanzesi distratti. Niente paura, per ora non sono in arrivo le multe ma gli avvisi, posizionati sotto il tergicristallo da sindaco e assessori che, a turno, si alzeranno molto presto al mattino per distribuirli laddove ce ne sarà bisogno.

È questa una delle tante iniziative che la giunta guidata da Mirella Cerini ha intenzione di mettere in campo con il nuovo anno per sensibilizzare i cittadini a rispettare i giorni e gli orari di pulizia delle strade da parte di Sieco: «Ma non si tratta solo di questo – spiega il sindaco – abbiamo pensato di dare un segnale concreto ai cittadini ai quali chiediamo un piccolo sforzo economico in più con la Tari, rendendo un servizio migliorato in cambio. Implementeremo la segnaletica verticale e solo in un secondo momento ci sarà una campagna della Polizia Locale che passerà alle multe». E ancora: da marzo sarà rilasciata un’applicazione per gli smartphone che, una volta scaricata sul proprio telefonino, avviserà il proprietario la sera prima del giorno della pulizia strade con una notifica.

Ma la pulizia della città, di cui molti si lamentano specialmente nelle zone più frequentate, passa anche dallo spazzino dedicato che verrà inserito in organico: «Lo spazzino passerà nei luoghi di grande passaggio come la zona dell’università, piazza Soldini, piazza San Bernardo, la biblioteca, piazza mercato – spiega ancora il sindaco – per mantenere il decoro urbano. Castellanza è una città che ogni giorno si popola di migliaia di studenti che vengono anche da fuori e di pazienti dell’Humanitas».

Insomma l’amministrazione punta a rendere la città più pulita e ordinata in questo 2020: «È uno degli obiettivi di quest’anno insieme al piano straordinario per le potature e la manutenzione degli alberi». Nel bilancio di previsione, infatti, la giunta intende investire (oltre al budget ordinario) 120 mila euro per le potature degli alberi e 120 mila per la manutenzione. Non sono previsti, per il momento, tagli piante ma la logica rimane la stessa: «Se si toglie un albero, se ne piantano due».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore