Grande avvio di Monte Carlo per Miele: è il migliore degli italiani

Il veterano bustocco è 22° assoluto e 13° di classe dopo le prime otto "speciali" con la sua Skoda Fabia R5. Sabato in programma quattro prove, domenica l'arrivo nel Principato

mauro miele rally monte carlo 2020

Una giornata da leoni per Mauro Miele all’88° Rallye Monte Carlo. Il veterano del motorismo varesotto – domenica compirà 64 anni – è stato autore di una grande prima parte della gara valida come prima prova stagionale del Mondiale WRC e ha chiuso la tappa inaugurale formata da otto prove speciali in 22a posizione assoluta.

Il pilota bustocco, che gareggia con Luca Beltrame su una Skoda Fabia R5, è risultato il miglior italiano tra quelli che stanno affrontando il “Monte” ed è anche 13° di classe nonostante non sia tra i concorrenti iscritti alla rassegna iridata né abbia il supporto di alcuna casa ufficiale. Insomma, un grande risultato anche in virtù del fatto che Miele non aveva potuto testare al meglio la vettura per via di un’uscita di strada che lo aveva costretto subito al ritiro nel recente Rallye Hivernal du Devoluy.

La strada per arrivare “indenni” nel Principato di Monaco è indubbiamente ancora lunga (le vetture saranno al traguardo all’ora di pranzo di domenica), ma le qualità di Miele unite alla sua grande esperienza gli hanno permesso di superare indenne sia le prove speciali corse in notturna tra giovedì e venerdì, sia quelle disputate oggi (venerdì 24) e particolarmente ricche di insidie. Il portacolori della DreamOne Racing ha però saputo alternare tratti guidati “a tutta” ad altri affrontati con la giusta cautela per evitare errori fatali.

Tra i ritirati eccellenti c’è, per esempio, il campione del mondo in carica Ott Tanak, volato fuori strada per fortuna senza conseguenze all’equipaggio. Problemi anche per gli italiani più attesi, Andrea Nucita e Umberto Scandola che partecipavano alla gara franco-monegasca con velleità nella graduatoria del Wrc3 e che sono costretti a rientrare in gara al sabato dopo l’abbandono odierno.

La classifica generale è intanto guidata da un magistrale Sebastien Ogier su Toyota Yaris Wrc, seguito dal compagno di squadra Elfyn Evans e dalla Hyundai I20 di Thierry Neuville. Quarto l’eterno Seb Loeb davanti ai finlandesi Lappi e Rovanpera. Il francese Camilli, ottavo su Citroen C3, è invece il primo di classe R5, la stessa nella quale gareggia Miele.
Il menu del Monte Carlo presenta ora una sabato tutto da gustare, con due prove ripetute per due volte ciascuna; poi domenica il gran finale sin dal mattino prima dell’arrivo sulle strade di Monaco.

Motori accesi per Mauro Miele: è il momento del Monte Carlo

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 24 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore