“Precari” sul palco del Circolo Gagarin

Sabato 8 febbraio lo spettacolo che con ironia riflette attorno ad una domanda: E se il precariato fosse l’unica condizione stabile?

circolo gagarin

E se il precariato fosse l’unica condizione stabile? Con umorismo e ironia, lo spettacolo “Precari” offre spunti critici e d’indagine di un fenomeno che, dagli anni Settanta, si è imposto come condizione imprescindibile del vivere contemporaneo.

Dalla smaterializzazione del lavoro ai falsi miti della postmodernità, il monologo porta in luce le contraddizioni cui la generazione dei “Millennials” va incontro nella vita relazionale, lavorativa ed emotiva. La Signorina Precaria protagonista della pièce, accompagnata dalle musiche beffarde di un trombone, si dibatte tra indignazione, slanci e timide speranze, cercando di giustificare a se stessa e ai suoi interlocutori – un burattino, un coccodrillo di peluche e un musicista muto – l’impasse che l’attende dopo l’ennesimo colloquio. Eppure, quando tutto sembra condurla verso una rassegnata accettazione, qualcosa riaffiora dal fondo: l’eco di un’utopia, il suono di una passione, o forse, la possibilità di una scelta alternativa.

La compagnia:

Lucia Valcepina, scrittrice e autrice, ha condotto laboratori espressivi per ragazzi e adulti presso università e istituti superiori e collaborato con numerosi teatri e case editrici milanesi. Attualmente, opera presso l’associazione culturale La Biblioteca dei Libri Perduti, scrive per l’inserto culturale Stendhal de La Provincia di Como, Lecco e Sondrio e fa parte delle compagnie teatrali dei registi Davide Benedetti e Guido De Monticelli.

Alessandro Castelli, trombonista ed eufonista, ha collaborato con numerosi Teatri e Orchestre italiane e, dal 1999 a oggi, con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali. Insegnante presso scuole civiche e licei delle province di Lecco, Sondrio, Monza e Brianza, è ideatore del progetto “Assolo” e fa parte del quintetto d’ottoni Milano Luster Brass. Sono suoi i cd: “Non è una malattia”, 2007; “Spiritual”, 2017; e “Ianus”.

Davide Benedetti, regista e autore teatrale, lavora come pedagogo teatrale conducendo corsi di formazione per ragazzi e adulti in provincia di Sondrio. È stato direttore tecnico del Festival Internazionale “Fest-teatro” ed è disegnatore luci per il teatro e la danza. Ha collaborato con artisti di strada esperti nelle arti circensi e nella giocoleria ed è regista della compagnia “Hasta & Basta” di Sondalo (SO).

Lo spettacolo si svolgerà sabato 8 febbraio 2020 presso Circolo Gagarin, in via Galvani 2BIS Busto Arsizio. Circolo aperto dalle 19.30 con cucina attiva, spettacolo dalle ore 21.00.
Ingresso a offerta libera, riservato soci Arci 19-20. Maggiori info sul tesseramento qui: www.circologagarin.it/tesseramento

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore