Consegnati pacchi alimentari a 300 famiglie bisognose di Busto Arsizio

Si è conclusa la raccolta e distribuzione di generi alimentari al Museo del Tessile coordinata da Banco Alimentare, Comune e altre associazioni caritatevoli. Buoni spesa: 400 richieste

banco la luna distribuzione alimentare coronavirus

La consegna dei pacchi alimentari al Museo del Tessile si è conclusa ieri pomeriggio, giovedì, con numeri straordinari. Sono 302 le famiglie (in tutto oltre 1000 persone), attraverso diverse associazioni coordinate da Dario Mazzuchelli, che hanno ricevuto un pacco di beni alimentari di prima necessità, distribuiti con l’aiuto della Protezione Civile. L’iniziativa ha avuto il benestare dell’amministrazione comunale, attraverso l’assessore ai Servizi Sociali Osvaldo Attolini che ha dato la disponibilità del Museo del Tessile.

Grazie all’impegno del Banco di solidarietà La Luna, legata al Banco Alimentare, ha raccolto la richiesta del Comune attraverso l’assessore Attolini e il Coordinatore delle strutture caritative Dario Mazzucchelli, estendendo a tutte le famiglie bisognose della città la distribuzione di pacchi di viveri come abitualmente viene fatto durante tutto l’anno per quelle dall’associazione.

La gestione ha richiesto un lavoro importante per il censimento delle famiglie attraverso le strutture caritatevoli della città (associazione Carcerati, Caritas, Comune, Banco la Luna, San Vincenzo), la logistica e preparazione delle schede, l’approvvigionamento dei prodotti alimentari dal Banco Alimentare di Muggiò e con una grossa spesa ca cui ha contribuito il Comune di Busto Arsizio, la confezione di pacchi viveri per circa 1000 persone suddivise nei quartieri cittadini.

«Siamo grati per questa opportunità che ci è stata data di poter dare il nostro aiuto; abbiamo risposto perché abbiamo la coscienza di essere uno strumento della Provvidenza a cui noi crediamo: tutti i volontari disponibili si sono proposti subito proprio perché sanno di essere stati fortunati, in qualche modo prediletti con una vocazione a cui rispondere» – ha dichiarato il presidente Giuseppe Reggiori. L’iniziativa potrebbe essere ripetuta in futuro.

L’assessore, infine, aggiorna la situazione dei Buoni Spesa che verranno consegnati a partire dalla prossima settimana: «Ad oggi sono 400 le richieste di buono spesa che sono pervenute ai nostri uffici – spiega Attolini – dalla prossima settimana le uniremo a quelle pervenute alle varie associazioni che si occupano di disagio economico e faremo una scrematura per evitare doppioni. Credo che dalla fine della prossima settimana potremo iniziare la distribuzione».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 10 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore