“Dimessi tre cittadini ricoverati per Covid, segno di speranza”

La lettera del sindaco Filippo Gesualdi per comunicare le dimissioni dall'Ospedale di tre cittadini: "Continueranno la quarantena da casa, non abbassiamo la guardia"

coronavirus

Il Sindaco di Ferno, Filippo Gesualdi, comunica ai cittadini la guarigione dal Covid-19 di tre concittadini e spiega: “sono stati dimessi dall’ospedale e sono tornati a casa. Restano positivi ai test per il Covid-19, ma le loro condizioni sono migliorate e pertanto non è più necessario il ricovero. La guarigione delle tre persone verrà accertata solo nel momento in cui il prossimo tampone risulterà negativo. La quarantena quindi prosegue a casa. Anche in questo caso (pazienti dimessi ma ancora positivi) sono stati attivati tutti i protocolli medici e predisposte le misure sanitarie necessarie”.

Il Sindaco continua: “La notizia del miglioramento della salute di questi tre concittadini e la loro dimissione dall’ospedale è molto confortante. Sarà ottima quando finalmente tutti e tre avranno sconfitto questo virus insidioso. Voi, e mi riferisco ai nostri tre
concittadini dimessi, siete la speranza per tutti coloro che sono ancora ricoverati nelle strutture ospedaliere. Vi giunga il mio più sentito e caloroso sostegno, unito a quello dell’Amministrazione tutta. Forza. Ferno è con voi”.

Rispetto all’attuale situazione nel comune spiega: “Ad oggi, in tutto, a Ferno, le persone che sono risultate positive al coronavirus sono 16, tra cui le due persone che purtroppo non ce l’hanno fatta. I dati giunti dall’Ats, pur confortanti, non devono farci abbassare la guardia. Non è ancora il momento, Vi chiedo di continuare a rispettare scrupolosamente le norme contro la diffusione del virus. Purtroppo i dati di Ferno ci impongono l’obbligo di della massima attenzione nei nostri comportamenti. La guerra contro questo nemico invisibile sarà ancora lunga. Ma dobbiamo resistere. Come ho già avuto modo di sottolineare, abbiamo la più alta percentuale di persone positive al virus di tutti i comuni del circondario di Malpensa rispetto alla popolazione residente. Nonostante ciò, ci sono ancora troppe persone che non rispettano le norme e questo incide e potrà incidere sui futuri possibili contagi. Vi ricordo che la Polizia Locale e le altre Forze dell’Ordine stanno operando con la massima attenzione affinché si rispettino le norme contro la diffusione dell’epidemia. I controlli sono stati rinforzati anche e soprattutto in vista delle prossime festività pasquali durante le quali vi raccomando di restare rigorosamente in casa, evitando riunioni familiari, scampagnate, pic-nic e assembramenti di qualsiasi genere”. Ed infine: “Restate a casa. Rispettate le regole. Se ognuno di noi farà la sua parte #INSIEMECELAFAREMO.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore