Le favole degli adolescenti per i bimbi dell’asilo Rodari

Dal 4 maggio i ragazzi della  2^ liceo economico sociale del Maria Ausiliatrice di Varese pubblicano ogni giorno sui social le loro favole originali per i piccoli

Generico 2018

I cantastorie dei bambini della Scuola dell’Infanzia “Rodari” (IC Varese 4) sono i “fratelloni” della  2^ liceo economico sociale del Maria Ausiliatrice di Varese  che da lunedì 4 maggio hanno iniziato a scrivere e pubblicare per loro favole originali, inventante dai ragazzi in un progetto di Service Learning, che mette insieme scuola, apprendimento e servizio alla comunità.

La proposta è arrivata da una mamma-maestra d’asilo ed è stata accolta con entusiasmo dai ragazzi che, per prima cosa hanno affrontato nella loro classe virtuale, assieme all’insegnante di italiano Cristina Merli, il testo della favola, per imparare come si scrivono i racconti per bambini, gli elementi che li caratterizzano e la costruzione. “Siamo diventati scrittori di favole e fiabe per i bambini di questo asilo”, scrivono i ragazzi sulla loro pagina Facebook “Teens during corona”  dove pubblicano ogni giorno una o due favole. Le maestre mandano poi il link ai genitori dei bambini perché possano leggerle e raccontarle ai loro figli.
Le prime due riguardano la primavera, mentre la terza è “Una storiella matta”.

Per ogni storia proponiamo delle attività pratiche: realizzazione di disegni, oggetti, giochi per sprigionare la fantasia dei bambini e dei grandi”, spiegano i ragazzi (24 in totale, tra i 15 e 16 anni)che, prima di pubblicare la loro fiaba, la fanno correggere agli insegnanti e scelgono un’immagine adatta da abbinarvi.
Sul loro canale social ci sono anche delle lettere rivolte ai nonni e ai bambini.
“Rendendo questo servizio all’asilo i ragazzi mettono in pratica gli apprendimenti  e ne sono talmente entusiasti che scrivono queste favole senza neppure porsi il problema del voto. Un grande insegnamento per loro, e anche per noi docenti”, spiega la professoressa.

di
Pubblicato il 06 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore