Nell’Oasi della palude Brabbia aprono solo i sentieri

Rimangono invece chiusi il capanno di osservazione e il centro visite, e non sarà possibile parcheggiare lungo la via di accesso alla riserva

torretta oasi palude brabbia

In Fase 2 i sentieri della riserva Oasi Palude Brabbia sono accessibili, ma con alcune restrizioni precisate dalla Lipu (Lega italiana protezione uccelli che si occupa della gestione dell’area) e rese note a tutti i visitatori per garantire la sicurezza di tutti ed evitare spiacevoli situazioni.
I sentieri sono aperti e accessibili, ma come in tutti i luoghi della nostra regione vi è l’obbligo di indossare la mascherina e mantenere le distanze di sicurezza“, ricordano i volontari dell’associazione sulla pagina Fb Oasi Palude Brabbia.
Il capanno di osservazione invece rimarrà chiuso così come il centro visite.

“In accordo con il sindaco di Inarzo non si potrà più parcheggiare lungo la via di accesso alla riserva– aggiungono – La protezione civile di Inarzo ci darà una mano nel controllo del rispetto delle regole di fruizione della riserva al fine di garantire la sicurezza di tutti”.
Inoltre si ricorda che, come sempre nell’oasi, i cani vanno tenuti al guinzaglio e non si può uscire dai sentieri.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore