Varese riapre, ma con giudizio

Non tutto è riaperto nella giornata di lunedì 18, ma il clima nel capoluogo è già molto cambiato

Il centro di Varese riapre

Varese riapre senza fretta, ma trova i suoi cittadini pronti ad accoglierla di nuovo: erano in parecchi infatti a girare nella città riaperta la mattina di lunedì 18 maggio.

Galleria fotografica

Il centro di Varese riapre 4 di 18

Molti negozi stavano mettendo a punto gli ultimi preparativi per riaprire in giornata (Diversi negozi di abbigliamento e in generale non alimentari il lunedì mattina sono chiusi), altri segnalavano la loro riapertura in settimana, altri ancora erano già pronti ad accogliere i prossimi potenziali clienti.

Il mercato però, era ancora in versione limitata. Erano presenti infatti solo le bancarelle di alimentari, come aveva già precisato che avrebbe fatto il sindaco Galimberti: troppo tardi sono arrivate le ordinanze del Governo e regionali, secondo il primo cittadino, per organizzarsi in sicurezza e per lo stesso motivo apriranno tra qualche giorno anche musei e biblioteche.

In compenso, erano già riaperti i primi bar con tavolini all’aperto: un servizio che i cittadini hanno subito apprezzato. «Naturalmente, dobbiamo seguire le linee guida: mantenere la distanza e consentire di stare allo stesso tavolo solo i parenti conviventi. Non è possibile per gruppi di amici sedersi allo stesso tavolino, e già abbiamo dovuto riprenderne qualcuno – ci ha spiegato uno degli esercenti del centro – sarà un po’ pesante improvvisarsi vigili, ma cosi è la regola».

Il centro di Varese riapre

Aperte definitivamente anche le celebrazioni nelle chiese varesine:  i fedeli non hanno voluto mancare ai primi appuntamenti fissati. Tra i primissimi quello della messa nella piccola chiesa centrale di san Giuseppe Lavoratore: si tiene alle 7.20, e c’erano 6 fedeli persino lì. In tutto, in centro sono stati un’ottantina i fedeli che hanno partecipato alle prime funzioni, due delle quali si sono tenute nella Basilica di San Vittore: «Erano persone attente ed evidentemente contente di essere tornate – ha osservato monsignor Luigi Panighetti, che ha celebrato una delle due messe in basilica – Il particolare che colpisce di più è la straordinaria disciplina e pazienza di chi ha partecipato alla funzione, che aveva comunque una modalità diversa di partecipazione»

Il centro di Varese riapre

Code anche nei primi negozi di parrucchieri aperti che non lavorano su appuntamento: quella del “trucco e parrucco” è una delle attività artigiane che è decisamente più mancata ai varesini.

 

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il centro di Varese riapre 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore