M5S: “L’incontro tra Cassis e Di Maio preludio per un accordo che tuteli i frontalieri”

In merito all'accordo sulla fiscalità dei lavoratori frontalieri italiani, i parlamentari del Movimento Invidia e Currò ritengono che ci siano le basi per arrivare ad un buon risultato

Incontro in Canton Ticino tra i ministri Cassis - Di Maio - Foto di Christian Righinetti

(foto di Christian Righinetti) – Positivo per il Movimento 5 Stelle  il bilancio dell’incontro che si è svolto oggi in Canton Ticino tra il ministro degli esteri italiano Di Maio e il capo del Dipartimento degli affari esteri svizzero Ignazio Cassis.

«Siamo davvero felici delle parole espresse da Cassis e Di Maio oggi a Ligornetto – dicono i parlamentari lombardi del Movimenro Niccolò Invidia e Giovanni Currò – Si è riconosciuto l’ampio lavoro di raccordo svolto durante la crisi Covid tra i due governi nella gestione del confine e dell’importanza strategica della cooperazione economica bilaterale, nonostante gli inevitabili disagi subiti dai lavoratori».

In merito all’accordo sulla fiscalità dei lavoratori frontalieri italiani, Invidia e Currò ritengono che ci siano le basi per arrivare ad un buon risultato: «Accogliamo anche con grande favore la volontà del ministro Di Maio di arrivare in futuro ad un altro accordo che sia proficuo per entrambe le parti e che protegga l’interesse dei frontalieri.  Come Movimento useremo questo momento per migliorare ulteriormente l’interlocuzione con la Svizzera e con i nostri ministeri competenti. Ci fa piacere che la Lega ticinese, cugina della Lega salviniana nostrana sia rimasta delusa, segno che Di Maio ha lavorato bene. Ribadiamo, ora come sempre, la nostra grande attenzione verso i frontalieri ed un futuro accordo che protegga davvero loro e l’economia del territorio salvaguardando gli stessi principi del 1974».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.