Torna sul Ceresio la Giornata del blu pulito

Domenica 5 luglio dalle 9 sul lungolago di Porto Ceresio una nuova edizione di Blu Pulito, la manifestazione dedicata al rispetto e alla pulizia dei fondali, organizzata dal gruppo subacqueo GODiving

Porto Ceresio - Blu pulito

Al grido di “Più siamo, più puliamo” torna domenica 5 luglio a Porto Ceresio una nuova edizione di Blu Pulito, la manifestazione dedicata al rispetto e alla pulizia dei fondali del Ceresio, organizzata dal gruppo subacqueo GODiving. L’appuntamento è per le 9 sul lungolago di Porto Ceresio.

«Vogliamo creare consapevolezza sulla bellezza e delicatezza degli ecosistemi lacustri– spiegano gli istruttori sub di GODiving – Non tolleriamo che siano inquinati e, nel nostro piccolo, ci diamo da fare per preservare quest’importante risorsa naturale e splendida attrazione turistica!».

«Alla scorsa edizione hanno partecipato una cinquantina di subacquei e molti volontari dalle rive si sono messi a disposizione per rimuovere il materiale e organizzarlo per lo smistamento – continuano gli organizzatori – I rifiuti ingombranti vengono legati a cime pendenti dal lungolago pensile, mentre quelli più piccoli sono raccolti in sacchi o in secchi perforati. Il lavoro sommerso è impegnativo perciò è normalmente svolto a limitate profondità, al massimo una decina di metri. Nel 2019 il progetto ha permesso di raccogliere cinque cassonetti di immondizia, oltre a contribuire al ripristino delle spiaggette e delle sponde. Tra i rifiuti più curiosi trovati nel golfo un vecchio fucile, cartelli con i menù dei ristoranti, alberi di Natale e una bomba di mortaio”.

Pulire non basta: «Occorre sviluppare una maggiore attenzione verso la fragilità degli ecosistemi lacustri, facendo emergere una coscienza critica che additi come incivili i comportamenti di chi inquina con rifiuti liquidi, gassosi o solidi (questi ultimi sono gli unici su cui Blu Pulito può intervenire, marginalmente). Non è un tema ideologico o una contrapposizione politica, solo una questione di sopravvivenza. Senza acqua dolce, piante e animali terrestri non possono esistere».

Questo il messaggio lanciato da GODiving e riecheggiato nei convegni gratuiti (quest’anno, causa COVID, dei webinar che proseguiranno fino al 23 luglio) che mirano a far conoscere la situazione delle acque dolci prealpine e che formano parte integrante di BLU PULITO.

Quest’anno la pandemia costringe ad alcuni adattamenti, però «il COVID non ferma l’inquinamento» e perciò GODiving e i suoi partner saranno di nuovo al servizio dell’ambiente. Del resto, distanziamento e protezioni individuali per i subacquei in fase di preparazione e svestizione, nonché per i volontari a terra, sono vincoli relativi tenuto conto che i nostri volontari hanno sempre usato i guanti e che per i sub sono state già studiate varie procedure per la difesa dal COVID.

Numerose le partnership che negli anni hanno affiancato il progetto. Sea Shepherd Dive Italia Onlus collabora da anni all’iniziativa, come anche l’associazione svizzera AsFoPuCe e Scubaportal. La cornice amministrativa è stata gestita grazie al supporto del Comune di Porto Ceresio e dell’Autorità di Bacino Lacuale Ceresio Piano e Ghirla; entrambi gli enti patrocinano anche l’edizione 2020.

Sempre in campo subacqueo, si registra anche il supporto di CNR IRSA – Istituto di Ricerca sulle Acque, DAN, ESA European Scuba Agency, FIAS, Unione Pescatori del Ceresio. Oltre ai gruppi varesini abituati a immergersi nei nostri laghi, hanno aderito al progetto subacquei provenienti da Emilia Romagna, Piemonte, Veneto e Canton Ticino.

Tra gli abituali partner si rammentano l’Associazione Nazionale Alpini e l’Associazione Bersaglieri di Porto Ceresio, VareseMese, il Circolo Velico di Porto Ceresio e l’ASD Canottieri Porto Ceresio (questi ultimi hanno messo a disposizione dei natanti).

Il contributo economico di alcune aziende si è rivelato fondamentale per dare visibilità all’evento al di fuori della “comunità subacquea”, per acquistare materiale e attrezzature per la pulizia, nonché per offrire gratuitamente i convegni. Tra gli sponsor dell’edizione 2020: Equity Factory, Green Energy, Lasi, Rem e Openjobmetis.

GODiving (www.godiving.it) dal 2006 è parte dell’A.s.d. Pro Patria ARC Busto e propone in Varese e provincia corsi di subacquea, snorkeling e apnea per bambini e adulti, immersioni guidate nei laghi e al mare, come pure iniziative mirate ad aumentare la consapevolezza della fragilità dell’ecosistema delle acque dolci (Presepe Sommerso di Porto, pulizie dei laghi, mostre e convegni). Gli istruttori sono abilitati anche a formare e accompagnare subacquei disabili.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.