Paura a Golasecca, si presenta in piazza armato di ascia

Ubriaco, ha tenuto sveglio il centro del paese, dopo una lite con alcuni residenti. I carabinieri hanno riportato la calma

carabinieri notte

Si aggirava in paese armato di un’ascia e l’episodio ha agitato non poco l’altrimenti placida Golasecca. È  successo nella serata del 25 agosto, protagonista un 50enne conosciuto per certe sue intemperanze.

In preda ai fumi dell’alcol, intorno alle 23 l’uomo si aggirava per la piazza Libertà armato di ascia: per fortuna la sua rabbia si è sfogata più sull’arredo urbano e i bidoni della spazzatura (presi a calci) che non sulle persone, comunque spaventate dalle urla.

Alla base ci sarebbe una lite tra residenti del paese, ancora da chiarire esattamente nelle motivazioni. Di certo il 50enne è andato un po’ oltre, nell’esprimere la sua rabbia.

L’arrivo dei carabinieri di Somma Lombardo ha poi calmato le acque, il 50enne – già noto per episodi sopra le righe – è stato poi portato in caserma per accertamenti e soprattutto per far sbollire la (poco giustificata) rabbia. Non ci sono stati feriti né intervento di mezzi di soccorso: solo un gran trambusto e un po’ di paura.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.