“Noi non ci stiamo”, la protesta dei commercianti del Castanese (e di Samarate)

A partire dalla piazza e dalle vie Martiri e San Rocco sono comparsi diversi lenzuoli bianchi con tre parole d'ordine: #noinoncistiamo #noinonciarrendiamo #sicuriinsieme

Generica 2020

#noinoncistiamo #noinonciarrendiamo #sicuriinsieme. Tre hashtag per far sentire – anzi vedere – la protesta di locali e negozianti, contro le decisione del Dpcm varato domenica dal governo ed entrato in vigore lunedì.

La protesta ha toccato vari Comuni del Castanese, espressa soprattutto con i lenzuoli bianchi affissi davanti alle attività. La bandiera della protesta era ben visibile in centro a Castano Primo, tra via Martiri, via San Rocco, la piazza, ma anche a Vanzaghello, davanti al Comune (nella foto).

Altre adesioni sono arrivate – più a spot – dai negozianti ed esercenti di  Robecchetto, Turbigo, Buscate, Nosate, Cuggiono e Vanzaghello, insomma tutta la zona.

Una modalità molto diversa da quella vista nei maggiori centri urbani, dove si sono tenute manifestazioni pubbliche che hanno faticato a trovare spazio e visibilità a causa delle contemporanee proteste violente dei casseur (emblematico il caso di Torino, dove le due piazze di protesta erano vicine, ma in cui vandalismo e furti hanno oscurato la manifestazione pacifica). Negli ultimi giorni si sono viste manifestazioni scomposte anche a Gallarate e Varese.

Generica 2020
La protesta a Samarate, “importata” dalla pasticceria che ha un negozio anche a Castano

Le stesse parole d’ordine in forma di hashtag sono state usate anche a Samarate, non distante da Castano, seppure in forma diretta: gli esercenti si fotografano con cartelli #noinoncistiamo #noinonciarrendiamo #sicuriinsieme

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 28 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore