Affittava abusivamente case non sue, 60enne denunciato a Lonate Pozzolo

Operazione della Polizia locale dell’Unione dei Comuni di Lonate Pozzolo e Ferno, contro l’occupazione abusiva di appartamenti. Al centro dell'indagine un noto pregiudicato di Busto Arsizio

Polizia locale Lonate Pozzolo Ferno

Dopo mesi di indagini la Polizia Locale dell’Unione dei Comuni di Lonate Pozzolo e Ferno ha messo fine all’occupazione abusiva di appartamenti in una palazzina in stato di degrado e luogo di ritrovo di pregiudicati a Lonate Pozzolo.

Al termine delle indagini, anche grazie a continui appostamenti e ispezioni, è stato segnalato alla magistratura un 60enne residente a Busto Arsizio ma che da diverso tempo frequenta il territorio lonatese, dedito a compiere reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti.

Approfittando dello stato di abbandono dello stabile a causa di numerosi appartamenti di privati colpiti da pignoramenti, si spacciava per proprietario o gestore degli appartamenti stessi per conto dei legittimi proprietari, al fine di affittarli mediante raggiri a persone, anche con minori, che versavano in stato di bisogno, e alla ricerca di un luogo dove poter dormire e ripararsi, in cambio ovviamente di un compenso.

Nella rete del truffatore sono cadute circa una decina di persone.

La truffa ha consentito al criminale, che a sua volta occupava abusivamente un appartamento all’interno della palazzina permettendogli così di tenere sotto controllo l’edificio, di intascare diverse migliaia di euro.

Nel mirino della Polizia locale sono finite anche alcune persone di nazionalità extracomunitaria irregolari sul territorio nazionale. Identificate e deferite all’autorità giudiziaria due persone di nazionalità nordafricana per la violazione delle norme in materia di immigrazione e per invasione di edifici. Le stesse sono state allontanate dagli alloggi consentendo così ai legittimi proprietari di tornarne in possesso.

All’interno della palazzina, inoltre, erano stati manomessi circa una decina di contatori dell’Enel, che fornivano così energia elettrica negli appartamenti occupati abusivamente, sempre sotto la regia del finto agente immobiliare.

Gli occupanti sono stati denunciati anche per il reato di furto. In totale sono state denunciate sette persone, liberati due appartamenti e iniziate trattative tra alcuni proprietari e nuclei familiari per regolarizzare il contratto di locazione e le utenze domestiche, in modo da rendere più vivibile e sicuro l’edificio.

Il comandante della Polizia locale Emanuele Mattei ha espresso un plauso per l’operato dei suoi uomini, a conferma della bontà del lavoro sempre più orientato a migliorare la sicurezza dei cittadini: «I risultati cominciano ad arrivare, la presenza della Polizia locale sul territorio e nei siti più degradati ha portato ad assicurare alla giustizia noti pregiudicati che presto saranno allontanati, non appena si completeranno le procedure di legge. Ringrazio anche i militari dell’Arma dei Carabinieri della Stazione di Lonate Pozzolo sempre disponibili a dare ausilio al Comando della Polizia locale e a collaborare per il raggiungimento degli obiettivi che non possono che essere comuni. La cooperazione tra le forze di polizia sul territorio è indispensabile per fronteggiare fenomeni di abbandono e degrado».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 05 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.