Rigenerare le periferie di Gallarate, il confronto riparte settimana prossima

Dopo "l'incidente" che ha fermato il confronto tra maggioranza e opposizione, ora si riparte. Entro il 18 marzo bisogna definire la proposta da presentare in Regione, per ottenere i fondi europei

Gallarate vista dall'alto, dal campanile della Basilica (inserita in galleria)

Dopo tre giorni di fermo forzato, riparte il confronto politico sul bando regionale per la rigenerazione urbana: una partita da definire a breve (scadenza del bando 18 marzo) e che potrebbe valere milioni di euro di risorse sulla città.

La ripresa del dialogo è passata dall’autodafè del centrosinistra: giovedì mattina Pd e Città è Vita hanno protocollato un documento con cui si prende atto delle critiche venute da Forza Italia, dei dubbi che rischiavano di paralizzare il dialogo, della necessità di un intervento per rimuovere gli ostacoli.

E l’ostacolo era uno: il logo “Silvestrini sindaco” riportato sulle slide, passaggio formale che ha fatto infuriare il centrodestra, che l’ha considerato sostanziale. Per questo il capogruppo Pd Giovanni Pignataro e quello di Città è Vita Sebastiano Nicosia hanno ri-protocollato “gli stessi identici contribuiti di cui sopra privi di qualunque logo o scritta”.

Mercoledì sera si era tenuto l’incontro capiguppo, ma con solo i capigruppo del centrosinistra, il sindaco Cassani e il presidente del consiglio Lozito. Nel tardo pomeriggio di giovedì è arrivato il via libera di Forza Italia, il partito che martedì sera (nel vertice di maggioranza) aveva sollevato la questione esplicitamente, ricevendo il sostegno anche delle altre component. «Prendiamo atto della avvenuta adesione da parte del Partito Democratico e Città e Vita, su quanto da noi richiesto».

Incidente chiuso con la rimozione dei loghi e la presentazione per conto di Pd e CeV? Pare proprio di sì, già giovedì sera al termine dell’incontro con l’ad di Sea anche le altre componenti del centrodestra sembravano convinte. E lo conferma anche Donato Lozito: «Penso che potremo riconvocare la commissione capigruppo settimana prossima» dice il presidente del consiglio comunale. Che poi precisa: «Inizio settimana prossima».

Va anche ricordato che il tempo stringe: la scadenza è il 18 marzo, entro quella data bisogna definire quale progetto presentare e soprattutto predisporre il documento di candidatura. Il bando pare particolarmente complesso e in questi casi il documento illustrativo ha un suo valore: per questo c’è l’idea condivisa di affidarsi a un progettista specializzato.

Prima c’è però da formalizzare le idee tra cui scegliere. Il centrosinistra con Silvestrini ha presentato quattro diverse proposte incentrate su interventi anche diffusi (ad esempio: sistemazione scuole, associato a percorsi ciclopedonali sugli assi viabilistici che le collegano).

Dalle file del centrodestra sono emerse nell’ultima settimana diverse proposte, in parte convergenti in pare divergenti da quelle del centrosinistra: un progetto incentrato sulla scuola di Moriggia (dal gruppo intorno a Lozito), la “superscuola” al posto dell’area mercato, una nuova scuola tra Cascinetta e Cajello (portata dal sindaco nella riunione di mercoledì scorso), il recupero dell’area via Forze Armate-via Vignetta (sostenuta soprattutto da De Bernardi Martignoni, FdI), un intervento di recupero dell’area ex Officine Fs (proposta di Forza Italia, che si basa sull’idea che si possa espropriare l’area al gruppo Fs).

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.