L’antenna di Saltrio finisce su “Striscia la notizia”

Max Laudadio, sollecitato dal Comitato di cittadini che si è formato per contrastare la posa dell'antenna, ha ripercorso la storia della contestata pratica e ha intervistato l'ex vicesindaco Giuseppe Franzi

Saltrio a Striscia la notizia

La trasmissione “Striscia la notizia” ha dedicato ieri sera, lunedì 5 aprile, un lungo servizio alla questione dell’antenna da 40 metri della telefonia che ha avuto un ruolo decisivo nella crisi della maggioranza che lo scorso 25 marzo ha portato alla fine anticipata dell’Amministrazione Zanuso e al commissariamento del Comune.

L’antenna dovrebbe essere collocata in un terreno di proprietà dell’ex vicesindaco Giuseppe Franzi, che nella sua qualità di responsabile dell’Ufficio tecnico comunale di Saltrio ha firmato tutta la documentazione, senza informare i colleghi di Giunta e il sindaco ma nemmeno i cittadini, e per questo (oltre che per il fatto di aver affittato il suo terreno alla società che installerà l’antenna), potrebbe essere al centro di un conflitto di interesse.

Max Laudadio, inviato della trasmissione, sollecitato dal Comitato di cittadini che si è formato per contrastare la posa dell’antenna, ha ripercorso la storia della contestata pratica, ha mostrato i documenti, poi ha intervistato l’ex vicesindaco Giuseppe Franzi, che non si è sottratto alle domande ma non ha fornito risposte esaurienti.

Sulla questione Laudadio ha interpellato anche Legambiente Varese, intervistando la presidente Valentina Minazzi.

L’inviato chiude il servizio annunciando di aver consegnato la documentazione al Prefetto perché si indaghi sull’ipotesi di conflitto di interesse.

Guarda il servizio

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo196

    Certo che bisogna avere una bella faccia tosta a dare quelle risposte non risposte. Secondo il mio parere l’opera dovrebbe essere interrotta o, in subordine, confiscare quella parte di terreno pagandolo al proprietario come agricolo, passandolo al Comune che incamerebbe l’affitto dovuto dalle compagnie telefoniche.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.