Rimessi a nuovo a Maccagno i “gufi” della Madonna della Punta

Le sculture frutto del lavoro artistico di giovani studenti risistemate per rispondere all'incedere del tempo

Generica 2020

Piccoli gufi che sono l’anima delle valli del Luinese – gli abitanti di Curiglia ancora oggi hanno questo soprannome – rimessi a nuovo: sono quelli che danno il benvenuto a chi inizia la passeggiata sul lungolago a Maccagno con Pino e Veddasca, all’ombra della Chiesa della Madonna della Punta.

Inaugurata nell’aprile del 2017, l’opera era stato il frutto del lavoro degli alunni delle prime tre classi della Scuola Primaria “G. Marconi” durante i laboratori tenuti alla “Casa dei Colori e delle Forme” e questa fu anche l’occasione per dedicare quelle simpatiche e coloratissime sculture alla memoria di Laura Rinetti, mancata da poco e che riuscì a fa appassionare quei bambini alle meraviglie della natura e del mondo degli animali.

Poi l’incedere del tempo e qualche inevitabile gesto stupido, avevano fatto perdere lo smalto originario a quella scena di un bosco vissuto e animato.

«Ora, grazie alla pazienza e all’arte di Dino Mariani, quei gufi sono tornati all’antico splendore. E, con loro, sono tornati a far festa anche i bambini di allora che li realizzarono. E, siamo certi, anche dal Cielo un altro prezioso sorriso sarà sceso sul porto della Madonnina», commentano dall’amministrazione.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.