Restano in carcere i due carabinieri accusati del tentato omicidio di Castiglione Olona

I legali li hanno assistiti durante l’udienza di convalida del fermo avvenuta ai Miogni. L’avvocato Stefanetti: “Chiarita la posizione del mio assistito”

Il primo ad uscire dal cancello dei Miogni, a mezzogiorno passato, è stato l’avvocato Bruno Stefanetti, legale del carabiniere in forza alla Stazione (caserma locale) di Cuvio, e ora in carcere a Busto Arsizio per tentato omicidio del maghrebino nei boschi di Castiglione Olona, sabato notte.

L’appuntato è stato tradotto dalla polizia penitenziaria a Varese per l’interrogatorio di garanzia eseguito dal Gip Marcello Buffa alla presenza del pm Lorenzo dalla Palma.  «Ha chiarito la sua posizione», ha spiegato l’avvocato, senza aggiungere molto altro: secondo una ricostruzione che emerge dalla posizione delle difese, si tratterebbe infatti del militare che aggredito nel bosco dello spaccio, sarebbe stato aiutato dal collega.

Quella “colluttazione” di cui parla anche la Procura che è il primo punto oscuro della vicenda: possibile che due carabinieri siano entrati in contatto fuori servizio con un uomo probabilmente vicino ad ambienti dello spaccio, se non addirittura un pusher?

E poi, la domanda decisiva: che ci facevano lì, di notte, senza ordini e dunque fuori da un quadro si servizio chiaro, specifico? «Domanda che dovranno venir rivolte a lui, che ha chiarito la dinamica. Credo che anche l’altro carabiniere non abbia responsabilità sull’accaduto», ha chiosato l’avvocato Stefanetti, che arriva da Verbania come difensore di fiducia.

Prima delle 13 anche l’avvocato Fabio Fiore, che difende il brigadiere della Stazione di Malnate, si è soffermato a parlare coi cronisti: «Il mio assistito ha scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere dal momento che aveva già parlato agli inquirenti spiegando la sua posizione».

Il fermo è stato convalidato dal giudice che si è riservato circa la misura cautelare da applicare, nel frattempo entrambi i militari restano in carcere.

di
Pubblicato il 09 Luglio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.