Varese Design Week, una settimana a colori

Si è conclusa la seconda edizione della Varese Design Week, una settimana all'insegna del design, in giro per la città (e oltre)

Scatti dalla Varese Design Week 2017

Si è conclusa ieri sera, 13 aprile 2017, con una serata di ringraziamenti allo Spitz, il nuovo locale che promuove la “joie de vivre” alcolica varesina, la seconda edizione della Varese Design Week.

Galleria fotografica

Scatti dalla Varese Design Week 2017 4 di 19

L’evento è stato organizzato dall’associazione Waresable, composta dalla presidente Nicoletta Romano Direttore di Living is Life, l’architetto e designer Giorgio Caporaso, la designer Silvana Barbato, l’architetto Laura Sangiorgi e la giornalista Silvia Giacometti, e ha avuto come presidente onorario Marcello Morandini.

Scatti dalla Varese Design Week 2017

Sono stati coinvolti oltre 30 “luoghi” della città che hanno ospitato designer e presentazioni e anche splendide location fuori città: Villa Tatti Tallacchini a Comerio e l’ex Copertificio Sonnino a Besozzo: in quest’ultima sede Il Ponte degli Artisti ha realizzato un’installazione che riproduceva il Terzo Paradiso un’opera del grande artista Michelangelo Pistoletto, basata sul tema del Rebirth, la rinascita intellettuale e fisica.

INSTALLAZIONI IN CITTA’

La Glass Emotion Hall, la piramide in cristallo posizionata nei Giardini Estensi, installazione di pregio artistico e ingegneristico realizzata dagli imprenditori del territorio Mara e Roberto Torsellini e dalla designer Silvana Barbato, ha attirato ogni giorno molit visitatori che hanno assistito agli spettacoli di Walter Maffei, direttore artistico della struttura.

Molto visitata anche la mostra “La sedia” allestita presso la Galleria Artidea, nel cui cortile campeggiava una versione gigante della sedia “Varese” disegnata dall’architetto Giorgio Caporaso.

Per le strade della città, colorate dai teli di artisti che hanno riprodotto e reinterpretato la lingua dei Rolling Stones e tra installazioni di jeans colorati, grazie ai progetti Fuorilingua e Dreaming Jeans di Felice Terrabuio, Roberto Spadea e Savi Arbola, tante vetrine hanno esposto opere di design di vari artisti.

GLI INCONTRI CON I PROTAGONISTI

La design week è stata, però, anche un susseguirsi di incontri e tavole rotonde con designer italiani, stranieri e italiani residenti all’estero che hanno trasmesso la loro esperienza e discusso delle frontiere del design: tra loro Rosita Missoni, Umberto Croci, Massimo Farinatti, Carlo Malnati, Filippo Zagni, Maria Luisa Ghianda, Kim – Joar Myklebust, Kim De Ruysscher, Matteo Pizzolante, Marco Lavit, Aramis Vincenzi, Caterina Crepax, Uros Mihic, Elena Borghi.

Mauro Porcini, Chief Design Officer di Pepsico, ha portato dall’America ai suoi concittadini l’entusiasmo per la propria città: prima al Salone Estense, poi nella sede di Varesevive, dove gli è stato assegnato il VareseVive Award per la Creatività.

Il Concorso “Progettare una panchina”, coordinato dall’architetto Laura Sangiorgi, ha portato a Varese Michael Jakob, docente di Storia e Teoria del paesaggio presso la Scuola di Ingegneria di Ginevra/Lullier e al Politecnico di Losanna, come Presidente della Giuria e per presentare il suo saggio “Sulla panchina” a cui il concorso si è ispirato. per la cronaca, la Giuria di qualità ha decretato la vittoria del progetto “Chord Bench” di Alex Bocchi.

Le visite allo show-room Caielli e Ferrari di Vergiate e al Museo di Rossi d’Albizzate hanno aggiunto esperienze formative e culturali a quello che c’era da vedere e ascoltare in città.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 aprile 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Scatti dalla Varese Design Week 2017 4 di 19

Galleria fotografica

Alla VDW anche i buffet sono di design 4 di 18

Galleria fotografica

Inaugurata la Varese Design Week 2017 4 di 30

Galleria fotografica

Varese Design Week presentazione 4 di 5

Galleria fotografica

Un foulard "Lumen" per i Frattini 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.