Cardano e i comuni del Cuv s’illuminano di meno

Ampia l'adesione anche quest’anno alla giornata del risparmio energetico “m’illumino di meno”, promossa dalla trasmissione di Radiodue “Caterpillar”

Anche Cardano al Campo venerdì 12 febbraio s’illumina di meno. L’assessorato alle politiche ambientali del Comune di Cardano al Campo, insieme ai Comuni che fanno parte del consorzio di “Agenda 21 CUV”, aderisce anche quest’anno alla giornata del risparmio energetico “m’illumino di meno”, promossa dalla trasmissione di Radiodue “Caterpillar”.
L’adesione a questa campagna di sensibilizzazione al consumo intelligente di energia testimonia l’impegno che l’assessorato alle politiche ambientali mette da diversi anni sul tema dello sviluppo sostenibile e del risparmio energetico.
«Invitiamo tutti i cittadini cardanesi ad unirsi a noi in questo sforzo simbolico ma significativo sulla strada per una città più pulita e sostenibile, dando il loro piccolo contributo e spegnendo le luci e i dispositivi elettrici non indispensabili venerdì dalle 18.00» è l’appello dell’assessore alle politiche ambientali Vincenzo Proto.
 
Queste le iniziative in programma: lo spegnimento delle luci e dei dispositivi elettrici non indispensabili alle 18 di venerdì, come proposto da Caterpillar in tutta Italia, e la diffusione di un vademecum per il risparmio energetico domestico.
Venerdì 12 febbraio alle 18 verranno spente le luci delle seguenti proprietà comunali:     scalinata del Palazzo Municipale; vialetti della Casa della Cultura di via della Torre; viale d’ingresso della scuola primaria Ada Negri di via Cervino; area esterna della scuola materna di via San Francesco; vialetto d’ingresso della sala consiliare “Sandro Pertini”; vialetto dell’area feste dia via Carreggia.
 
In un volantino realizzato da Agenda 21 CUV vengono invece riportate le buone abitudini per risparmiare energia e tutelare l’ambiente:
1. spegnere le luci quando non servono;
2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici;
3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria;
4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola;
5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre;
6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria;
7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne;
8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni;
9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni;
10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.
11. Ottimizzare il risparmio energetico della casa attraverso interventi di riqualificazione energetica: installazione caldaie ad alto rendimento/condensazione, pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria, sostituzione finestre e infissi etc. Per questi interventi, su edifici già esistenti, è possibile usufruire degli incentivi statali del 55% fino al 31.12.2010.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 febbraio 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore