Musica, testi e poesia: l’appuntamento è al Twiggy

Venerdì 5 ottobre la serata task force” di poeti e noti musicisti della scena indipendente varesina con una carrellata di testi e musiche celebri. Sabato tornano in concerto i Tu Fawning

Venerdì 5 ottobre, alle 21, al Twiggy Cafè (ingresso gratuito) ci sarà un omaggio alla musica e alla poesia. Si terrà infatti un singolare concerto/lettura, dedicato ad alcuni miti senza tempo che hanno lasciato un’impronta indiscussa nel panorama non solo musicale degli ultimi 50 anni. Sulla scena del noto palcoscenico varesino, torneranno testi e musiche di John Lennon, Jim Morrison, Janis Joplin, Leo Ferrè, Vinicio De Moraes, Ivan Graziani, Ian Curtis, Giorgio Gaber, Freddy Mercury. Il curioso titolo della serata, “Mio diluvio che rotoli nel tempo”, si deve ad un verso, contenuto in una poesia di Sanguineti “Canzonetta pietrosa” che il poeta ligure dedicò ai Rolling Stones, citando in un verso finale anche la morte del loro fondatore Brian Jones, avvenuta in circostanze poco chiare nel 1969. Il proverbio inglese, cui forse si ispirò il celeberrimo gruppo per scegliere il proprio nome, recita:"Pietra che rotola non fa muschio" e gli autori delle canzoni presentate nel corso della serata di muschio non ne hanno proprio fatto. Forse anche Sanguineti stesso avrebbe apprezzato questa iniziativa, lui che amava la musica e anche la canzone, o le canzonette dovremmo dire, pensando che, nel 2006, scrisse un testo per Sanremo che non venne ammesso in gara. 

Protagonisti della serata saranno una “task force” di poeti (i Versonauti) e noti musicisti della scena indipendente varesina: Karin Andersen, Chiara Bazzocchi, Matteo Giannelli, Nathalie Carlesso, Marcello Castellano, Rita Clivio, Luca Gambacorta, Corrado Guerrazzi, Elliot Kingsley Kaye, Nicoletta Magnani, Sara Merisio, Mr. Henry, Matteo Rubino, Fabio Scotto, Riccardo Tranquillini, Andrea Tomassini, Valentina Vannetti. 
Il sottotitolo recita “Testi detti e cantati” e ogni mito sarà presentato da una coppia formata da un musicista ed un poeta. Di più non è trapelato sulla struttura della serata che si prospetta davvero particolare. Non resta che assistervi!
 
Sabato 6 ottobre invece, al Twiggy Club tornano i Tu Fawning, dopo il clamoroso successo di pubblico della data del 2011. Il gruppo di Portland presenterà il nuovo album “A Monument” (City Slang).
I Tu Fawning sono un collettivo avant-rock di Portland, Oregon, composto da Joe Haege (31Knots, Menomena), dall’affascinante cantante Corrina Repp e dai polistrumentisti Toussaint Perrault e Liza Rietz. La band è una bella sorpresa per chi ama la teatralità di Tom Waits ed echi di atmosfere mitteleuropee (s’aggira lontano, come un padre spirituale, lo spettro di Kurt Weill). Il tutto sempre condito da una spessa coltre di dark mood, variazioni su schema-canzone e un interessantissimo lavoro di percussioni suonate e digitali.  I Tu Fawning hanno pubblicato a maggio il nuovo album ‘A Monument’, seguito del riuscitissimo esordio ‘Hearts On Hold’, sempre su City Slang (Caribou, Calexico, the Notwist e altri importanti nomi della scena indie internazionale).  L’incredibile voce di Corina Repp e le intuizioni stilistiche di Joe Haege sono il trademark della musica dei Tu Fawning, band capace come poche di far convivere romanticismo e rock indipendente, un mix burlesque tra le migliori produzioni di Azure Ray, Tilly and the Wall e Amanda Palmer (Dresden Dolls).  La discografia dei Tu Fawning mette assieme la spiritualità vistosa e retrò dei Bodies of Water, la schizofrenzia degli ultimi Flaming Lips, fiati da colonna sonora morriconiana e jam elettroniche che hanno il sapore dei Portishead. I Tu Fawning compongono indie con fiati, percussioni e vocalizzi arabeggianti come potrebbero farlo i migliori Arcade Fire, e sperimentando tra nuovo e antico con lo stile e l’anticonformismo di My Brightest Diamond.  Quello dei Tu Fawning è un ensemble geniale, composto da musicisti di qualità tecnica e compositiva ineccepibile. Corrinna Repp è una delle voci più affascinate della scena indie americana e insieme a Joe Haege ha creato un trademark che verrà ricordato nel tempo.  Dal vivo i Tu Fawning sono spumeggianti, con i membri della band capaci di performance uniche in cui si scambiano gli strumenti.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 05 Ottobre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.