Gruppo Ubi, sull’occupazione posizioni distanti tra le parti

Dopo due giorni di trattative serrate a Bergamo tra azienda e sindacato non c'è ancora accordo

Dopo le assemblee dei lavoratori del Gruppo Ubi Banca e la rottura di ottobre nelle trattative sulle “tensioni occupazionali”, il 21 e 22 novembre è ripreso il confronto con le organizzazioni sindacali. «Nonostante l’atteggiamento aziendale mutato, visto in questi incontri con i vertici aziendali – scrivono in un comunicato Fabi, Dircredito, Fiba-Cisl, Fisac-Cgil, Sinfub, Ugl e Uilca – le posizioni delle parti rimangono molto distanti e la tensione per la crisi in corso, ancora tutta palpabile, non lascia tranquilli i dipendenti, che sonoin attesa di nuove e più convincenti risposte da parte del gruppo».
Quindi, dopo un’ampia discussione durata due giorni, l’esito del confronto rimane ancora incerto e l’iter verso un possibile accordo, che possa chiudere con equilibrio ed equità sociale il conflitto sindacale in atto, è in una “fase interlocutoria”.
Le organizzazioni sindacali hanno ribadito all’azienda una serie di posizioni unitarie: no alle giornate di solidarietà obbligatorie e alle deroghe al contratto collettivo nazionale, possibilità di accesso al fondo esuberi di categoria solo con accesso volontario e ultimo, ma non meno importante la concretizzazione dei risparmi annunciati sui compensi dei manager, sulle consulenze esterne, sui benefit aziendali e su altre spese simili e la stabilizzazione dei rapporti di lavoro precari,

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.