Pienone al PalaYama per il big match Busto-Bergamo

Grande attesa per la sfida di domenica tra prima e seconda in classifica: la Unendo Yamamay deve vendicare il 2-3 dell’andata, ma la testa è alla Champions. Villa Cortese in trasferta sul campo di Chieri

Non poteva esserci momento peggiore per giocare questa seconda giornata di ritorno del campionato di serie A1 femminile, almeno dal punto di vista di Busto Arsizio e Villa Cortese: entrambe le squadre, giocoforza, hanno in testa soltanto una cosa, il ritorno dei playoff a 12 di Champions League di giovedì 24 gennaio, quando per qualificarsi servirà una doppia impresa al golden set contro Schweriner ed Eczacibasi. Eppure il calendario non concede sconti né occasioni di distrazione: l’Asystel MC-Carnaghi, in trasferta a Chieri, non può permettersi di perdere ulteriore terreno in classifica (la paritta sarà trasmessa in diretta su Sportube.tv). Soprattutto, la Unendo Yamamay deve affrontare l’attesissimo scontro al vertice con la Foppapedretti Bergamo, seconda in classifica a tre punti dalle "farfalle". Per il big match della giornata i biglietti sono esauriti da una settimana: impossibile deludere i 5000 che domenica alle 18 (anzi, molto prima) si presenteranno ai cancelli del PalaYama.

QUI BUSTO – La partita più bella nel giorno più difficile: per gli appassionati di pallavolo Busto-Bergamo è un incontro da sogno tra la regina d’Italia e la grande sorpresa del campionato, staccate di soli tre punti in classifica. Per le biancorosse, invece, è un incubo: fiaccate dalla lunga trasferta in Germania, conclusa tra l’altro con un annullamento del volo aereo che ha permesso alla squadra di raggiungere Malpensa soltanto nella tarda serata di giovedì, Marcon e compagne non hanno avuto altra scelta che tornare immediatamente al lavoro per preparare la supersfida domenicale. Sarà difficile non avvertire la stanchezza, fisica e mentale, e l’ennesimo cambio di pallone, dal Mikasa al Molten, ma le brutte figure non sono concesse: un po’ perché Busto deve vendicare la sconfitta dell’andata, quando la Foppapedretti si impose per 3-2, un po’ perché un ulteriore passo falso minerebbe ancora di più le certezze delle ragazze di Parisi, che in questo momento hanno bisogno soprattutto di fiducia. Bergamo, dal canto suo, arriva all’appuntamento sulla scorta di una settimana di riposo e con molta voglia di riscatto dopo la seconda sconfitta stagionale subita in campionato contro Chieri. Dal punto di vista tecnico, massima attenzione ovviamente a Diouf e Di Iulio, implacabili terminali offensivi che occupano i primi due posti della classifica delle bomber di A1, ma anche alla centrale Crimes; in casa Unendo Yamamay ci si attende una grande prova di Arrighetti, che alle spalle ha cinque stagioni in maglia bergamasca. L’impressione è che, come già avvenuto più volte in questa stagione, l’aspetto psicologico farà la differenza: c’è almeno da sperare che Bergamo abbandoni per una volta il suo amato tie break, disputato già 7 volte quest’anno, per dare un po’ di tregua alle esauste bustocche…

Unendo Yamamay Busto Arsizio-Foppapedretti Bergamo
Busto A.: 1 Faucette, 2 Cialfi, 4 Brinker, 6 Leonardi (L), 7 Marcon, 8 Bauer, 10 Kozuch, 11 Lombardo, 13 Arrighetti, 14 Caracuta, 17 Pisani, 18 Bisconti. All. Parisi.
Bergamo: 1 Klisura, 3 Bruno (L), 4 Crimes, 5 Brown, 6 Weiss, 7 Blagojevic, 8 Merlo (L), 9 Di Iulio, 10 Devetag, 13 Diouf, 15 Balboni, 18 Zambelli. All. Lavarini.
Arbitri: Omero Satanassi e Roberto Boris.

QUI VILLA – Abbracci, sorrisi e una sequela infinita di complimenti: mai sconfitta fu più dolce per l’Asystel MC-Carnaghi, che dopo l’1-3 di Champions con l’Eczacibasi è stata letteralmente sommersa dagli attestati di stima di tifosi, avversari, e addetti ai lavori. Al PalaBorsani, in effetti, si è vista una delle migliori gare della stagione cortesina dal punto di vista dell’agonismo e della grinta; non ancora da quello tecnico, perché in ricezione – anche contro le stelle turche – si può e si deve fare di più, come meritevolmente sottolineato dalla stessa Klineman. Prima della rivincita c’è la scomoda trasferta a Torino, tanto scomoda che la società aveva chiesto già tempo addietro di rinviarla (la settimana prossima il campionato si fermerà per l’All Star Game), ottenendo un secco rifiuto dalla Lega. La Duck Farm ha i suoi problemi, e anche grossi – tra cui le partenze di Potokar, Sorokaite e soprattutto Guiggi, sostituite per ora da Frigo e Gennari – ma resta avversaria da prendere con le molle, e i punti in palio possono pesare molto sulla classifica che, per la MC-Carnaghi, è lievemente peggiorata dopo il ritiro di Crema.
Nel frattempo si attendono importanti novità dal mercato: l’impressione è che la finalizzazione della trattativa con Pesaro per ottenere De Gennaro possa arrivare già nelle prossime ore. Piero Babbi, il direttore sportivo delle marchigiane, ha fatto la voce grossa in un’intervista al Resto del Carlino (“Ci stanno facendo delle proposte indegne, non siamo dei fessi”) ma la sostanza è che la società pesarese apre per la prima volta la strada al trasferimento del libero, a fronte di una congrua offerta economica. Caprara, dopo la partita di giovedì, ha fatto esplicito riferimento al possibile arrivo della giocatrice già in vista della gara di ritorno: lecito, quindi, aspettarsi sviluppi in un senso o nell’altro a strettissimo giro di posta.

Duck Farm Chieri Torino-Asystel MC-Carnaghi Villa Cortese

Chieri: 1 Frigo, 2 Borgogno, 3 Bechis, 5 Sirressi (L), 6 Gennari, 8 Ravetta, 10 Fernandez Navarro, 11 Vietti, 12 Piccinini, 14 Fabris, 15 Zauri (L), 17 Vindevoghel. All. Salvagni.
Villa C.: 1 Malagurski, 2 Viganò, 3 Mojica, 4 Nomikou, 5 Klineman, 9 Veljkovic, 12 Garzaro, 13 Barun, 14 C.Bosetti, 15 Parrocchiale (L), 17 Rondon, 18 Sylla. All. Caprara.
Arbitri: Andrea Gentile e Umberto Zanussi.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.