Arcisate-Stabio sempre ferma. “Aspettiamo risposte da tre mesi”

Il leghista Stefano Candiani lamenta l'inerzia del ministro Lupi sul tema. "Governo attento alle sollecitazioni che vengono dal Pd"

«Mentre in Svizzera i lavori proseguono a ritmo serrato, sul territorio italiano la linea ferroviaria Arcisate-Stabio è tutto bloccato con enormi danni per il territorio e per i cittadini». La nuova denuncia per i ritardi della ferrovia transfrontaliera viene da Stefano Candiani, senatore della Lega Nord, che critica aspramente l’atteggiamento del governo e in particolare del ministro Maurizio Lupi. «La Regione Lombardia si sta impegnando al di là delle proprie competenze. Lascia estremamente perplessi il comportamento di chi dovrebbe essere parte attiva nel seguire l’avanzamento dell’opera cioè il governo che risulta del tutto assente. Da tre mesi ho presentato un’interrogazione rivolta al ministro Lupi sul tema senza ottenere alcun riscontro. Nella seduta del 19 giugno e in quella del 24 luglio ho di nuovo sollecitato l’interessamento del ministro ma ho ricevuto solo silenzio». Secondo Candiani, il governo sarebbe più che altro occupato «ad ascoltare le sollecitazioni che vengono dal Pd».
Il cantiere della nuova ferrovia sta marciando a velocità minima a causa dei problemi di smaltimento delle terre contenenti arsenico: nell’ultimo vertice tra Regione e Comuni si è fissata una scadenza di tre mesi (da inizio giugno) per arrivare a definire una soluzione per la questione ambientale, che influisce direttamente sui tempi del cantiere. Candiani promette che non mollerà la presa sul tema e sfodera l’ironia: «Quando gli svizzeri avranno terminato l’opera forse avremo la tanto attesa risposta all’interrogazione sempre che un sottosegretario del pd sappia dove sono Arcisate, Induno, Olona e Stabio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 luglio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore