È morto l’uomo investito a Crenna

Non ce l'ha fatta Marco Limido, classe 1981, investito mentre attraversava la strada. Troppo gravi le ferite riportate

marco limido

Non ce l’ha fatta Marco Limido, l’uomo di Gallarate travolto da un’auto mentre stava attraversando la strada. Il tragico fatto risale a mercoledì scorso, 13 gennaio, quanto la vittima era in via Monte San Martino, nel quartiere di Crenna: una Peugeot che si stava dirigendo verso Gallarate, all’altezza dell’intersezione con via Don Piloni, lo aveva travolto, ha battuto violentemente sul parabrezza dell’auto.

Soccorso dal personale medico e infermieristico del 118, le sue condizioni erano apparse subito disperate. Ricoverato all’ospedale di Circolo di Varese, Marco Limido ha lottato per due giorni ma le ferite riportate erano troppo gravi.

Nato e cresciuto a Crenna dove aveva anche frequentato le scuole, Marco è stato investito a pochi metri dalla sua abitazione. Era anche amministratore di uno dei gruppi Facebook dedicati al quartiere di Gallarate, orgoglioso delle sue radici e dell’antica autonomia come Comune autonomo.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Gennaio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.