Avete un capannone vuoto? Prestatelo alle “mamme”

L'associazione di Azzate "Mamme in cerchio" cerca un luogo dove poter depositare i mobili usati da donare alle famiglie in difficoltà

Le foto di Mamme in cerchio

Non potevano scegliere nome migliore: “Mamme in cerchio“.  In quel “cerchio”, diventato ogni anno un po’ più grande, ci stanno un sacco di persone, perché quel cerchio è prima di tutto accoglienza

Mamme in cerchio è un’associazione unica nel suo genere che ha aperto la strada a molte altre iniziative simili in provincia: nel bell’appartamento del centro storico di Azzate, in via Volta, donato gratuitamente da una famiglia, le mamme s’incontrano portando con sé i bambini (da zero a tre anni), parlano, si scambiano consigli, incontrano specialisti, aiutano le mamme straniere, fanno merenda. Insomma, in una parola si fanno coraggio, si sostengono, si scambiano esperienze.

Ma non è tutto. Da qualche anno l’associazione ha aperto uno spazio in cui avviene lo scambio e il riciclo di oggetti per bambini, abiti per l’infanzia e abbigliamento per adulti.

Non è un mercatino dell’usato – spiega Giulia Marchioni, una delle responsabili delle Mamme in Cerchio – è bene spiegarlo. Tutto ciò che mettiamo a disposizione delle famiglie bisognose è su offerta: parliamo di 50 centesimi o pochi euro. I soldi che raccogliamo servono poi per comprare tessere Tigros per fare la spesa, o dare una mano a chi ha anche bisogno di una aiuto economico. Pochi euro ma sono meglio di niente”.

Il “mercatino della solidarietà”, così è chiamato, è frequentato da giovani famiglie di stranieri, ma ormai anche da molte mamme italiane in difficoltà.
E’ allestito negli spazi dell’oratorio, in via Acquadro, ma oggi non bastano più.

“Prima erano solo vestitini, carrozzine e giocattoli, ma oggi ci arrivano anche mobili, a volte arredamenti completi e nel salone non possiamo più accatastarli – dice ancora Giuliana -. Stiamo cercando qualcuno di buon cuore disposto a prestarci un capannone dove depositare i mobili che ritiriamo. Non abbiamo denaro per affittare questi spazi, ma garantiamo che ne avremo cura e se al proprietario servisse per qualche ragione, potremo liberarlo velocemente”.

La priorità di Mamme in Cerchio è quindi quello di trovare uno spazio abbastanza grande ad Azzate o nei dintorni, un capannone dismesso (come ce ne sono tanti in zona) che possa accogliere mobili usati.

“La Caritas spesso non ha spazio, noi ci offriamo come alternativa, ma abbiamo bisogno di qualcuno che creda in quel che facciamo”.

Se siete tra quelli, questo è il numero da contattare: 348-6646880, email www.mammeincerchio.org.

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore