Scapolan era una persona schietta

Umberto Colombo, segretario generale della Cgil di Varese, ricorda un recente incontro con Renato Scapolan proprio sul destino della Camera di Commercio

Camera di Commercio generiche

Il ricordo di Umberto Colombo, segretario generale della Cgil di Varese: « La notizia dell’improvvisa morte di Renato Scapolan, Presidente della Camera di Commercio di Varese mi lascia attonito. Solo pochi mesi fa, Renato Scapolan aveva convocato le parti sociali, tra cui la Cgil, per dibattere il futuro della Camera di Commercio di Varese. Lo ricordo, in quella importante occasione e in altre, come una persona schietta. Il sindacato si è confrontato molto con lui, in particolare per le problematiche relative ai frontalieri e per l’aeroporto di Malpensa. Insieme ci siamo impegnati in difesa dell’aeroporto varesino, dell’economia del territorio e del lavoro, trovandoci molte volte in sintonia, in altre seppur di fronte a opinioni divergenti, ho sempre potuto apprezzato la sua sincerità e lealtà. Ai familiari, a nome di tutta la CGil di Varese, esprimo vicinanza e partecipo al loro dolore». (foto sopra: Renato Scapolan alle Ville Ponti con Giacomo Mazzarino e Antonio Franzi)

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Maggio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.