Fatta brillare bomba dell’Ultima guerra

L’ordigno trovato da un operaio del Comune che stava tagliando l’erba. Traffico bloccato, artificieri sul posto

Avarie

Una specie di piccola tolla in metallo conficcata nel ceppo di un albero. Sembrava proprio questo, a prima vista, l’oggetto trovato da un operaio del Comune che stava tagliando l’erba nella via Ferrari a Gazzada Schianno, la strada che porta a Bizzozero.

Ma, avvicinatosi per vedere da vicino di cosa si trattasse, la scoperta: un ordigno risalente alla Seconda guerra mondiale della lunghezza di circa 30 centimetri: una piccola bomba d’aereo, o un’ogiva d’artiglieria: subito è stato chiamato il 112.

«Questa mattina attorno alle 12 è stato interrotto il traffico nella strada – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Marco Maffiolini – . Si tratta di una strada utilizzata di frequente ma nelle ore di punta, quindi al mattino presto e nel tardo pomeriggio per raggiungere la zona di Bizzozero. Ci sono state minime turbative per il traffico che è stato deviato sulle vie Piana di Luco e Gramsci».

Gli artificieri hanno proceduto a far brillare l’ordigno e il traffico sul posto è stato riaperto nel primo pomeriggio.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Luglio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da unbiker

    Ergo, è dalla seconda guerra mondiale che lì nessuno tagliava l’erba!

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.