Al via le misure anti-inquinamento

Entrerà in vigore dal 13 dicembre l’ordinanza del sindaco Antonelli che istituisce alcune misure per il miglioramento della qualità dell’aria

inquinamento generica

Entrerà in vigore da domani, 13 dicembre, e lo sarà fino al 15 aprile, l’ordinanza del sindaco Antonelli che istituisce alcune misure per il miglioramento della qualità dell’aria attraverso la riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera.

In base al “Protocollo di collaborazione con ANCI Lombardia, ARPA Lombardia e gli Enti Locali per l’attuazione di misure temporanee per il miglioramento della qualità dell’aria ed il contrasto all’inquinamento locale”, a cui l’Amministrazione comunale ha aderito nei giorni scorsi, è prevista l’attivazione di misure temporanee omogenee che scattano automaticamente in caso di superamento continuativo del limite giornaliero per il PM10, calcolato quale media aritmetica dei valori registrati dalle stazioni di rilevamento attive sul territorio.

L’ordinanza del sindaco prevede l’attivazione delle seguenti misure:

Nel caso del superamento di 7 giorni del valore di 50 microg/mc di PM10 entreranno in vigore le misure primo livello, in particolare:

• estensione del divieto di circolazione dei veicoli Euro 0 benzina e Euro 0, 1 e 2 diesel (già limitati da lunedì a venerdì dalle 7.30 alle 19.30) alle giornate di sabato, domenica e ai giorni festivi dalle 7.30 alle 19.30
• divieto di circolazione dei veicoli Euro 3 diesel:
dalle 9.00 alle 17.00 per autoveicoli per trasporto persone
dalle 7.30 alle 9.30 per autoveicoli per trasporto cose
• riduzione della temperatura di un grado nelle abitazioni ed esercizi commerciali
• divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle in base alla classificazione ambientale riportata in Allegato 2 alla d.G.R. n. 5656 del 3/10/16
• divieto assoluto, per qualsiasi tipologia di combustioni all’aperto (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, etc…). Non è consentita alcuna deroga.
• divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso.

Domani, 13 dicembre, essendo il limite di 50 microgrammi/m3 di PM10 superato da 7 giorni, entreranno in vigore le misure di primo livello.

Nel caso invece del superamento di 7 giorni del valore di 70 microg/mc di PM10, entreranno in vigore le misure di secondo livello, aggiuntive rispetto a quelle di primo livello, e in particolare:

• estensione del divieto di circolazione dei veicoli Euro 3 diesel:
dalle 7.30 alle 19.30 per autoveicoli per trasporto persone
dalle 7.30 alle 9.30 e dalle 18.00 alle 19.30 per autoveicoli per trasporto cose

• divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in
grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle in base alla classificazione ambientale riportata in Allegato 2 alla d.G.R. n. 5656 del 3/10/16

Per la revoca delle misure sono necessari almeno due giorni consecutivi sotto i rispettivi limiti di 50 microg/mc e/o 70 microg/mc, con l’acquisizione del dato al 3° giorno da parte del sistema di rilevamento di Arpa: la conseguente sospensione delle misure avverrà dal 4° giorno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore