Migranti, cordoglio per la morte del ragazzo angolano

Un ragazzo nella notte si è tolto la vita: il fatto avvenuto nella struttura di via fratelli Zoia

palazzo marino apertura

Sgomento e cordoglio nel centro temporaneo di accoglienza via Fratelli Zoia per la morte di Antonio, giovane uomo di 28 anni originario dell’Angola, che nella notte si è tolto la vita.

Da questa mattina all’alba gli operatori del centro, gestito dai Fratelli di San Francesco, e i responsabili del Comune stanno seguendo l’accaduto.

Il corpo è stato trovato nei bagni della struttura da alcuni ragazzi che hanno dato l’allarme avvisando il personale che pernotta nel centro. Sul posto è intervenuta una volante della Polizia di Stato per gli accertamenti del caso. La notizia del suicidio del ragazzo ha scosso profondamente tutti, operatori e ospiti che sono stati informati dallo psicologo del centro.

Gli operatori di via Fratelli Zoia e dei Servizi sociali del Comune esprimono grande dolore per la scomparsa di questo giovane che era giunto nella nostra città qualche settimana fa dopo un lungo viaggio e aveva appena avviato le procedure di richiesta di asilo. Lo rende noto l’Ufficio stampa del Comune di Milano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore