Trento abbatte un’Openjobmetis piatta e deludente

Ennesima prova negativa dei biancorossi, battuti da una Dolomiti con tanti acciacchi. Non basta la buona prova in attacco di Johnson; Eyenga disastroso ed espulso nel finale (84-68)

basket pelle

Un’altra partita sulla carta equilibrata, un’altra sconfitta con riflessi da disfatta, un altro dopo gara in cui siamo costretti a chiederci per quanto durerà questo calvario. La Openjobmetis ne prende 16 a Trento, contro un’avversaria in difficoltà, orfana del pivot titolare Jefferson (anche migliore rimbalzista e secondo marcatore) e in campo con tanti giocatori acciaccati. Ne prende 16 però, da una squadra – la Dolomiti – scesa in campo con la precisa volontà di azzannare Varese al collo, costi quel che costi, perché i ragazzi di Buscaglia mostrano di avere tanta fame e tanto desiderio di riscossa a differenza di quelli di Moretti, troppo molli, troppo imprecisi, troppo fuori dal match con la testa, almeno in alcuni momenti.

Galleria fotografica

Dolomiti - Varese 18 dicembre 2016 4 di 22

Istanti che si trasformano in passaggi chiave, perché Varese non la perde solo nel finale: inizia a crollare dal 5′ minuto in avanti, gettando alle ortiche palloni a ripetizione (ben 23 alla fine), sbagliando canestri da sotto, regalando conclusioni relativamente facili agli avversari. Hai voglia a rimontare, fuori casa, dal -15, e infatti la Openjobmetis non riesce mai nell’intento anche perché, tornata tante volte a -8, non trova mai e poi mai le armi per fare un passettino di più. E a questo punto ci chiediamo – con ancora maggiore rabbia – a cosa è servita la farsa del secondo tempo con Klaipeda quando si sono voluti preservare i presunti campioni di Varese per il match odierno. E chiediamo anche a Moretti come gli sia saltato in mente di dire che la gara di oggi era uno spareggio tra squadre ancora in lizza per la Coppa Italia: matematicamente è (era) vero, ma deve essere chiaro a tutti che in questo momento l’unico obiettivo è la salvezza. Se qualcuno la pensa diversamente, è pregato di avvertirci.

Chiudiamo l’amara disamina della partita con due riferimenti personali: quello positivo riguarda Dominique Johnson, che ci ha messo un po’ di tempo a carburare ma ha poi concluso a quota 20 punti con 6/10 da tre punti, score che lascia ben sperare. Quello negativo invece punta il dito verso Chris Eyenga, “violentato” da David Lighty (34 punti), sbilenco in attacco e – quel che è peggio – espulso per doppio antisportivo nel finale con possibile squalifica in vista. Dal giocatore più pagato e dal presunto “faro” dell’attacco ci si attende ben altro: che qualcuno glielo ricordi.

Dolomiti - Varese 18 dicembre 2016
foto di G. Antonello

COLPO D’OCCHIO – Ci sono quasi 100 tifosi varesini sugli spalti del PalaTrento dove, oltre agli ultras, sono arrivati molti associati al trust “Il basket siamo noi”, alcuni sostenitori del progetto giovanile “Crescere Varese” e altri in proprio, tra cui alcuni iscritti al forum VareseFansBasket.

PALLA A DUE – Subito quintetto base per Nique Johnson che prende il posto di Cavaliero il cui minutaggio è ampiamente ridimensionato. Salvo Campani però, Moretti ha a disposizione tutti i suoi effettivi pur con qualche acciacco nel settore lunghi ma non sta certo meglio Buscaglia che deve rinunciare all’ex Jefferson, infortunato, e che ha diversi uomini con problemi fisici.

LA PARTITA – L’avvio di Varese, con 4 punti di Kangur, è interessante: Varese si affaccia avanti 9-5 ma a quel punto spegne subito i motori. Incredibile la quantità di palle perse in tutti i settori della squadra – 10 nel primo periodo – anche in modo banale che dà il la a un parziale di 19-4 con cui Trento chiude la prima fase del match sul +11 (24-13).
E il problema è che la Openjobmetis non trova le contromisure dopo l’intervallino: l’unico a scuotersi in attacco è Anosike, unico terminale biancorosso fino a quando arriva la prima sfuriata di Johnson: tre triple contro la zona della guardia permettono a Varese di risollevarsi dopo la caduta a -15 (ottimo Flaccadori), anche se al 20′ il punteggio dice 46-34.
Al rientro dall’intervallo uno sfondamento di Eyenga vanifica l’approccio (tripla di DJ) e dà il via a un’altra serie di errori e brutture, nel quale Moretti ci mette del suo facendosi appioppare un tecnico che non serve nemmeno a cambiare il metro arbitrale, con Trento che difende in maniera piuttosto rude. Lighty fa ciò che vuole e tiene a +15 la Dolomiti fino a che due triple rapide firmate Johnson e Maynor danno a Varese un nuovo ritorno a -8 che è anche il parziale del 30′ (63-55) con Pelle che commette fallo in attacco sull’ultimo possesso di Maynor.

IL FINALE – Il tempo per riacciuffare la partita ci sarebbe ancora, e per qualche minuto Varese ci prova nel senso che replica colpo su colpo a Trento. Il distacco continua quindi ad oscillare tra gli 8 e i 10 punti, ma a rompere questo bilanciamento a proprio favore sono purtroppo i padroni di casa. Le triple di Baldi Rossi e Lighty sono il segnale della rottura degli argini biancorossi, con l’ultimo timeout di Moretti che non produce effetti. Anzi, i trentini vanno a valanga, Eyenga si innervosisce e viene espulso per doppio antisportivo (con Moretti che contesterà pesantemente la decisione). Si chiude 84-68, con alcuni tifosi biancorossi che salutano con cori ironici (“Tutti all’Hollywood” e “Ce ne andiamo a Chalon”) l’ennesimo viaggio a vuoto

DOLOMITI ENERGIA TRENTO – OPENJOBMETIS VARESE 84-68 (24-13, 46-34; 63-55)

TRENTO: Craft 2 (1-4), Flaccadori 10 (1-4, 2-3), Lighty 34 (10-18, 4-5), Baldi Rossi 12 (4-8, 1-7), Hogue 9 (3-7); Moraschini 7 (2-3, 0-1), Forray 4 (1-1), Gomes 4 (0-3, 1-5), Lechthaler 2 (1-1). Ne: Bernardi. All. Buscaglia.
VARESE: Maynor 11 (3-5, 1-7), Johnson 20 (1-1, 6-10), Eyenga 9 (2-7, 1-1), Kangur 4 (2-3, 0-1), Anosike 16 (7-11); Avramovic 4 (1-2, 0-2), Pelle 4 (1-2), Bulleri, Cavaliero (0-1). Ne: De Vita, Canavesi, Ferrero. All. Moretti.
ARBITRI: Filippini, Martolini, Radaelli.
NOTE. Parziali: . Da 2: T 23-49, V 17-32. Da 3: T 8-21, V 8-21. Tl: T 14-18, V 10-10. Rimbalzi: T 29 (13 off., Gomes 6), V 38 (12 off., Anosike 12). Assist: T 11 (Flaccadori 3), V 14 (Maynor 10). Perse: T 5 (Gomes, Craft 2), V 23 (Maynor, Eyenga 5). Recuperate: T 11 (4 con 2), V 3 (3 con 1). Usc. 5 falli: Eyenga. F. tecnico a Moretti. F. antisportivo a Eyenga. Espulso: Eyenga.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 18 dicembre 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Dolomiti - Varese 18 dicembre 2016 4 di 22

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore