Killer Bees, male in campionato ma bene in Coppa

Api battute 6-3 fiori casa con il Ceresio, ma brillanti a Lucerna: la vittoria 1-11 consegna la qualificazione alla Coppa Svizzera

killer bees

Due partite in due giorni dall’esito diametralmente opposto per i Varese Killer Bees: la formazione varesina di hockey che milita in Svizzera ha infatti perso il match di campionato contro il Ceresio (6-3) ma si sono rifatti in Coppa, andando a vincere 1-11 a 
Lucerna.

Sulla pista di Rivera, campo di casa del Ceresio, i gialloazzurri hanno dovuto scontare le assenze di Toletti, Malacarne e Franchini. Morale piuttosto alto nonostante la certezza di essere ormai relegati al terzo posto nel campionato, senza possibilità di entrare tra le prime due. Il Ceresio però ha segnato dopo pochi minuti l’unica rete del primo terzo; al rientro un disco perso da Rizzo ha favorito il raddoppio avversario, cui ha risposto Devito: padroni di casa però scatenati e autori di altre due marcature prima della pausa. Poco prima, al 36′, paura per lo stesso Devito, rimasto a terra dopo una carica e finito in ambulanza all’ospedale di Lugano.
Terzo periodo allungato così a 24′ effettivi, vista la lunga pausa per l’infortunio, ma risultato ormai delineato: 2-2 di parziale con reti di Pirro e Fratangelo per il definitivo 6-3.

Ceresio Hockey Club – Varese Killer Bees 6-3 (1-0; 3-1; 2-2)

Varese KB:
Broggi, Bianchi, Ivashynka, Suominen (C), Cesarini, Barban, Procopio, Teruggia, Cortenova, Rizzo, Fratangelo, Tonetto, Pirro, Milani, Devito. All.: Cacciatore.
Reti VKB: 32’39’’ Devito (Fratangelo, Procopio) (2-1); 40’20’’ Pirro (Suominen) (4-2); 54’25’’ Fratangelo (Pirro) (6-3).

Il KO in campionato non ha però inciso sulla prestazione di domenica nella partita di Coppa giocata a Lucerna: i Killer Bees sono apparsi subito più in forma e più presenti dal punto di vista tecnico, così il divario nel punteggio si è fatto presto importante. Cacciatore ha tenuto tutti sulla corda, inserendo anche il secondo portiere Angei, e alla fine Varese ha vinto con un netto 1-11. Un risultato in qualche modo storico: con questo successo le Api si sono infatti qualificate per la prima volta al tabellone finale di Coppa Svizzera.

Ora Barban e compagni dovranno affrontare il pericolante Blenio per l’ultima partita in casa in campionato (sabato 18 alle 18.30): Api che faranno da ago della bilancia per la salvezza tra Blenio e Vallemaggia.
Domenica invece di nuovo in campo per la semifinale di Coppa Ticino alle ore 18.00 a Sonogno contro il Valle Verzasca per decidere chi affronterà in finale il Cramosina, già qualificato.

 

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 14 Febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore