Lega alle primarie Pd, un caso imbarazzante

Il segretario provinciale del Carroccio Matteo Bianchi stoppa il cittadino: "I militanti leghisti non devono votare alle primarie di altri partiti". Dietro le quinte c'è un contrasto interno

volantinaggio lega nord varese

La Lega Nord si è risvegliata un po’ scossa. E’ di ieri la notizia che il segretario della sezione di Varese, Carlo Piatti, ha invitato i militanti (o i parenti) a votare alle primarie del Pd, e a scegliere Andrea Orlando per indebolire il sindaco renziano di Varese Davide Galimberti. Oggi interviene il segretario provinciale Matteo Bianchi. Che stoppa Piatti: “I leghisti non vadano alla primarie del Pd“.

Ma sentiamo il suo pensiero:

“Sappiamo tutti quanto Renzi si sia dimostrato un pericolo per le autonomie locali e la rappresentanza democratica attraverso la sua riforma bocciata dal popolo – sostiene Bianchi – quindi ci auguriamo per il bene delle stesse che il PD possa avere un cambio di passo.

Giusta osservazione strategica quella di Piatti – sostiene con moderazione Bianchi –  tra i due litiganti, l’avversario politico deve favorire il “male minore” e non è un mistero che lo facciano tutti, dai partiti ai diplomatici alle nazioni, ecc…
Tuttavia – conclude stoppando il collega di Varese – gli iscritti alla Lega non parteciperanno a nessuna consultazione primaria di nessun altro partito”.

Matteo Luigi Bianchi

(Matteo Bianchi, segretario provinciale della Lega Nord)

A ben guardare anche Carlo Piatti, segretario cittadino del capoluogo, ha aggiustato il tiro spiegando che l’invito era rivolto a chi aveva amici o parenti già intenzionati ad aderire alle primarie del Pd. Nella mail inviata ai militanti, tuttavia, l’invito non era poi così chiaro e la circostanza ha sollevato del malumore nella sezione di Varese.

centrodestra varese lega forza italia

(Carlo Piatti, segretario cittadino di Varese della Lega Nord)

A dirla tutta nella segreteria provinciale la notizia della mail sulle primarie ha suscitato un certo imbarazzo. E anche arrabbiature. La mail è trapelata forse proprio per evidenziare questi malumori, ma il punto rimane un altro. La Lega a Varese sta facendo un’opposizione poco incisiva e l’idea di indebolire il sindaco Galimberti facendo votare Orlando alle primarie del Pd appare a molti leghisti velleitaria. Bianchi  e i suoi fedelissimi preferirebbero che la sezione ritornasse a essere protagonista nel territorio dove il Carroccio è sempre stato il partito di riferimento.

Roberto Rotondo
roberto.rotondo@varesenews.it
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Aprile 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Roberto Colombo
    Scritto da Roberto Colombo

    non credo proprio che le primarie nazionali del Partito Democratico possano influenzare l’amministrazione comunale del Pd della città di Varese; semmai conterà l’affluenza ma, da questo punto di vista, se i leghisti voteranno ai gazebo del Pd faranno loro un favore.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.