“Trasporto pubblico, bici e auto green: crediamo in una mobilità nuova”

Gli assessori Civati e De Simone replicano al giovane studente universitario che aveva suscitato qualche perplessità sul progetto "Varese si Muove"

Bike sharing

Dopo la lettera dello studente universitario Niccolo, gli assessori del Comune di Varese, Dino De Simone e Andrea Civati rispondono alle sue proposte sul nuovo piano della mobilità.

Gentile Niccolò

 Ti vogliamo anzitutto ringraziare per lo spirito positivo con cui stai affrontando le grandi innovazioni del piano Varese si Muove. Come te, moltissimi varesini stanno dibattendo senza pregiudizi sulle novità di Varese Si Muove e molti di loro si recano al nostro sportello per informarsi e trovare la soluzione più congeniale alle loro necessità.

Siamo consapevoli che questo piano introdurrà un nuovo modello di mobilità per la nostra città basato sulla valorizzazione del trasporto pubblico, il sostegno alla mobilità ciclabile e pedonale e agevolazioni a veicoli green (ibridi ed elettrici).

Rispetto ai tuoi suggerimenti circa i miglioramenti del sistema del trasporto pubblico, ti vogliamo confermare la volontà di questa amministrazione di potenziare la rete. Il piano Varese Si Muove è solo il primo passo nel percorso di miglioramento del trasporto pubblico che nei prossimi mesi si arricchirà di altre iniziative. In ogni caso considera che il sistema di Park&Bus è una innovazione senza precedenti nel panorama italiano: negli ultimi anni non sono molte le amministrazioni comunali che hanno messo il segno + sulla voce trasporto pubblico.

Anche quando abbiamo proposto una valorizzazione della nostra funicolare qualcuno pensava che non avremmo avuto successo: al contrario abbiamo registrato numeri impressionanti (+ 80% nei primi mesi del 2017).

Più in generale questa amministrazione crede veramente in un sistema di mobilità diverso, più vicino agli altri paesi europei. Se hai avuto o avrai la fortuna di visitare altre città europee, vedrai iniziative che noi oggi introduciamo nella nostra città: aiuti alla mobilità ciclistica, iniziative a favore della pedonalità e incentivi per il trasporto pubblico e la mobilità green.

Circa invece le piste ciclabili anche su questo stiamo lavorando intensamente e gli uffici stanno elaborando un progetto di pista ciclabile che collegherà le stazioni. Allo stesso modo avvieremo interventi simili in altre zone della città. Siamo consapevoli che dobbiamo impegnarci ancora in questo campo per recuperare il tempo perduto rispetto ad altre realtà ma su questo tema a brevissimo la città toccherà con mano concretamente il nostro impegno.

In questo primo anno inoltre abbiamo lavorato per rilanciare il progetto bike sharing e tra qualche settimana si potranno vedere le novità. Abbiamo lavorato per richiedere finanziamenti sia a Regione Lombardia sia al Ministero dell’Ambiente. Speriamo che con l’ingresso di nuove risorse economiche si possa rafforzare un sistema che potrebbe davvero aiutare tanti studenti e lavoratori nei loro spostamenti.

Proprio in queste settimane stiamo predisponendo, grazie all’aiuto di un’associazione ambientalistica che si occupa di ciclabilità, una sorta di vademecum per la ciclabilità urbana a Varese. Il senso è quello di fornire indicazioni utili per spostarsi in bicicletta in sicurezza a Varese. Inoltre stiamo cercando ulteriori finanziamenti per estendere la rete delle ciclabili in  città. Questi sono piccoli passi che nel corso dei prossimi anni renderanno Varese più bella da percorre in bici e a piedi.

Circa le opzioni per chi deve rimanere in città per molte ore ma non può accedere al servizio Park&Bus ti segnaliamo che esistono vari parcheggi limitrofi al centro che garantiscono una tariffa accessibile di 2 euro al giorno: il parcheggio di via Del Ponte (recentemente aperto al pubblico), via Daverio (di fronte alla Stazione di Casbeno) e via Trentini. Fra pochi giorni inoltre forniremo una ulteriore possibilità con l’apertura del parcheggio di via Marrone in zona Casbeno il quale fornirà un ulteriore polmone di sosta (100 posti) in zona Casbeno.

In conclusione, ti confermiamo che le politiche della sosta sono solo il primo passo per cambiare la mobilità della nostra città. Varese Si Muove nei prossimi mesi si arricchirà di altri “tasselli” per portare Varese all’altezza di altre città italiane ed europee. Pensiamo che solo con l’aiuto delle persone come te, disposte a mettersi in gioco e a dare suggerimenti, si possa centrare questo obiettivo con pienezza.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da fp

    Mi rammarica moltissimo constatare che questa risposta esemplifica alla perfezione la mente malata del politicante italiano che è abituato a ragionare al contrario. Cara amministrazione, PRIMA si attivano i servizi e SOLTANTO DOPO si dipingono le strisce blu!

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.