Parcheggi vicino a Malpensa, cento multe sulle auto. Ma il Comune sanziona anche i parcheggiatori

Il comandante della Polizia Locale spiega che nell'ultimo periodo sono già state tre le contestazioni mosse a società attive nel settore

new parking malpensa parcheggio abusivo busto arsizio

Ma i Comuni, intanto, cosa stanno facendo? Abbiamo raccontato in questi giorni i problemi dei parcheggi “low cost” intorno a Malpensa, i disagi patiti dai clienti, le ore di attesa per riavere l’auto, l’occupazione degli stessi spazi pubblici (come il parcheggio del cimitero o di alcune vie) con possibile danno per chi nelle città e nei paesi intorno all’aeroporto ci abita o ci lavora.

L’ultimo caso eclatante intorno a Malpensa è quello di Easy Parking, che opera a Somma Lombardo, il Comune nel cui territorio si trova il Terminal 2 dell’aeroporto (foto d’archivio).

Cosa sta facendo il Comune? Il comandante della Polizia Locale Umberto Cantù spiega che i controlli sono stati avviati già nelle settimane scorse sulle strutture attive sul territorio, come del resto aveva anticipato il sindaco Stefano Bellaria (che interviene anche oggi sul tema, vedi qui). «Abbiamo sanzionato una attività professionale e due non professionali, con sanzioni da 1032 euro» spiega il comandante Cantù. Cosa significa? In un caso si trattava di una società del settore della “rimessa veicoli” (regolata da una Legge nazionale e da un regolamento comunale), che aveva operato secondo modalità non conformi. Invece in altri due casi  le sanzioni sono state emesse per esercizio abusivo. Società che usavano terreni per metterci le auto, ma che neppure erano autorizzate all’attività specifica.

Dovete partire da Malpensa? Attenti ai parking che “scompaiono”

E le multe sulle auto in sosta su strada pubblica?
Sono state «oltre un centinaio», conferma Cantù. A veicoli in zona industriale (dove era stata istituita uno specifico divieto di sosta provvisorio) e in altre aree dove erano parcheggiate in modo non conforme.
«Non possono essere sanzionati i soli utenti, ma le attività che operano in modo non conforme» premette Cantù. «Gli utenti possono essere stati improvvidi ad affidare il proprio mezzo sulla base solo del prezzo basso e non alle clausole, magari scritte molto in piccolo». Però i clienti-automobilisti si ritrovano comunque multati… «Il codice della strada non individua altro responsabile per un veicolo che il proprietario: il proprietario può fare poi azione di rivalsa verso terzi». Traduzione molto spiccia: la multa si paga e poi si prova a fare causa al parcheggiatore poco attento.

Il sindaco: “Stiamo vigilando e riuniremo gli operatori per studiare soluzioni insieme”

E ai titolari del servizio di parking? «Se il parcheggio è su area pubblica, se è dimostrato che l’illecito è stato commesso mentre l’auto era affidata al parcheggio, a quel punto scatta la sanzione all’operatore». Chi ha preso la multa può fare dunque segnalazione anche alla Polizia Locale: non riavrà indietro soldi, ma contribuisce a ricostruire gli abusi compiuti. «Ipotizziamo che gli illeciti siano riconducibili allo stesso operatore», dice Cantù, riferendosi ai cento verbali fatti nei giorni scorsi alle auto in sosta.

 

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Agosto 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.