I pendolari della Milano-Varese: “Migliorate la linea Fs”

La tratta Gallarate-Rho, su soli due binari, è una delle più trafficate in Lombardia: vi confluiscono treni da tre direttrici diverse

ferrovia gazzada reggio

Anche i pendolari aderenti al Comitato Milano-Varese “spingono” per un potenziamento della Rho-Gallarate, collo di bottiglia su cui confluiscono treni di tante linee diverse.

L’ultimo appello (con petizione) è stato lanciato sulla piattaforma Change.org e chiede a Ministero Infrastrutture, Ministero dell’Ambiente e Regione Lombardia di «promuovere e stimolare tutte le iniziative politiche volte a migliorare la qualità della vita dei cittadini dell’Altomilanese».

Si chiede il 2potenziamento della linea ferroviaria Rho-Gallarate”, asse molto trafficato e con treni di ogni tipo (dagli Eurocity ai suburbani, senza contare i merci). L’intervento è previsto da tempo, è stato “stoppato” dal ricorso – accolto in due gradi di giudizio – di un comitato di abitanti dei paesi lungo la linea, che contestavano la procedura di valutazione ambientale adottata. Ora il progetto è stato ripresentato con adeguamenti ed è sollecitato anche da altri comitati pendolari della zona.

La petizione del Comitato – nato nel 2004 con l’intenzione di rappresentare l’intero asse Varese-Milano – chiede anche che “siano migliorati i collegamenti con l’Aeroporto Malpensa”. Franco Metta, cofondatore del Comitato, spiega che il riferimento è in particolare all’ipotesi del “raccordo Y”,  «che consentirebbe di andare a Malpensa e che era previsto appunto nel progetto del terzo binario». Ma una soluzione alternativa potrebbe anche essere riprendere in mano l’idea della stazione di interscambio sulle FS in corrispondenza della (già esistente) stazione di Castellanza Fnm: «Così basterebbe cambiare un solo treno per andare dall’Alto Milanese a Malpensa». Itinerario oggi difficile, paradossalmente, perché il treno per Malpensa passa solo da Saronno e Busto.

«È anche una questione di salute, non solo di collegamenti», ricorda Trotta. Per questo la petizione ricorda che l’obbiettivo “decongestionare il traffico causato da veicoli privati e permettere a più cittadini di accedere a un servizio di trasporto pubblico, con standard qualitativi migliori”.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 24 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore