Mastini a Caldaro con un rinforzo in più

In casa della capolista i gialloneri proveranno a conquistare un’altra vittoria. Al gruppo si è aggiunto il difensore Lo Russo

Mastini Varese - Appiano Pirates 5-1

Il tris è difficile ma è giusto provare a crederci. Solo il ghiaccio di Caldaro potrà fornire una risposta nel giorno della festività di tutti i Santi. Due vittorie consecutive hanno risollevato morale e classifica e ora i gialloneri, seppur privi di Andreoni e Raimondi, sono alla ricerca della terza di fila. Appuntamento per giovedì 1 novembre alle ore 18.00.

Quella contro i Lucci sarà la prima di tre trasferte consecutive che i ragazzi di coach Da Rin si troveranno ad affrontare in campionato, ma sarà anche l’ultima partita del girone di andata di questa prima fase di IHL. L’importanza della sfida è rilevante non solo per i tre punti, ma anche per il piazzamento in vista della determinazione del tabellone di Coppa Italia, alla quale le prime sei sono ammesse di diritto alla fase finale (le ultime quattro giocheranno invece uno spareggio dal quale scaturiranno le ultime due partecipanti).

Il Caldaro è una squadra forte, che ha completato il suo roster un po’ in ritardo rispetto alle altre, ma con gli uomini che società e allenatore volevano fin dall’inizio. Ora si presenta solida, compatta, reduce da un autorevole successo sul ghiaccio del Merano che ha portato il Kaltern alla prima “mini fuga” del torneo, saldamente al primo posto. Per i Mastini sarà un banco di prova molto impegnativo e interessante, utile anche al nuovo allenatore per capire la “consistenza” dei suoi ragazzi al cospetto di un avversario che si candida di diritto tra i favoritissimi alle prime posizioni finali.

Mastini che a Caldaro avranno un giocatore in più. La panchina giallonera “si allunga” e il difensore Niccolò Lo Russo di anni 27 (a fine novembre), che ha iniziato la sua carriera proprio nelle giovanili del Varese. Poi nel corso degli anni ha alternato le sue presenze tra Milano, Como, Chiavenna e Varese (solo saltuariamente). Proprio dalla formazione lariana è stato prelevato a stagione in corso per approdare in giallonero.

Il suo score degli ultimi anni ha dimostrato una crescita importante per questo giocatore che sa abbinare al gioco propositivo, anche il suo fisico di 188 cm x 84 kg di peso. Punto fermo nelle ultime stagioni a Chiavenna e dotato di tiro mancino, è senza dubbio un rinforzo in più per le linee difensive a protezione della gabbia. Visto il suo passato, Niccolò ben conosce l’ambiente, molti compagni di squadra (sia varesini che ex del Milano) e Da Rin, tutti fattori che dovrebbero semplificare il suo inserimento in squadra. Proprio questa sera il giocatore svolgerà il primo allenamento con la nuova maglia e il coach deciderà se convocarlo già per la trasferta di Caldaro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore