Mastini, si dimette Cacciatore: al suo post Da Rin

Il tecnico USA lascia l'incarico della prima squadra: gialloneri a Bressanone con Malfatti coach ad interim. Lunedì arriverà l'ex allenatore del Milano

Presentazione Mastini Varese 2018 2019

Fulmine a ciel sereno in casa Mastini Varese: alla vigilia della trasferta di Bressanone – di cui parliamo sotto – sono arrivate le dimissioni di John Cacciatore, il tecnico che dall’anno scorso guida la formazione giallonera.
Un addio, quello del coach statunitense, “limitato” alla prima squadra visto che Cacciatore manterrà l’incarico di responsabile tecnico del settore giovanile. A Bressanone quindi i Mastini saranno guidati in via momentanea da Matteo Malfatti, grande ex giocatore giallonero con un passato anche sulla panchina della squadra.

Da lunedì sarà al lavoro il nuovo tecnico che sarà Massimo Da Rin, allenatore 58enne che negli ultimi anni ha diretto il Milano Rossoblu. Un volto importante per l’hockey italiano sia per i trascorsi da giocatore (compresa una stagione in maglia Varese) sia per quelli alla balaustra con anche esperienze nelle nazionali giovanili. Da Rin, nativo di Cortina, conosce bene molti giocatori attualmente ai Mastini sia perché alcuni provengono dal Milano, sia perché ha lavorato in passato con l’under 20 giallonera.

 

«John Cacciatore ha comunicato nella giornata di ieri le proprie dimissioni da Head Coach della squadra di IHL. L’allenatore statunitense manterrà il ruolo di Responsabile Tecnico del settore giovanile.
La società ringrazia John per l’impegno profuso in questi mesi alla guida della prima squadra di Varese e continuerà a lavorare mettendo a disposizione la sua professionalità a favore dei giovani del club.
L’allenamento di questa sera e l’incontro di domani a Bressanone saranno gestiti ad interim da Matteo Malfatti in attesa della definizione del nuovo Head Coach».

IL PROSSIMO TURNO

Settimo turno nel campionato di Italian Hockey League e trasferta tutt’altro che agevole per i Mastini Varese, costretti a cercare il ritorno al successo lontano dalle mura amiche di via Albani (sabato 20, ore 20).

La squadra che era partita bene ottenendo subito due vittorie, si è impantanata nelle gare successive e ora è in serie negativa da quattro turni. Necessario quindi invertire la rotta, anche se l’impegno sulla pista di Bressanone è di quelli duri: i Falcons hanno vinto quattro partite su sei, conquistando 11 punti e comandando il torneo per qualche tempo.

È anche vero che gli altoatesini, partiti a propria volta molto forte, nelle ultime tre gare hanno ottenuto “solo” due punti vincendo all’overtime a Como, quindi Varese può provare a fare risultato contro una squadra che ha in Lorenzo Daccord (7 punti di cui 6 assist) e Patrick Bona (6 con 4 gol) gli elementi più prolifici. Kosta e Kinkelin si dividono equamente la difesa della gabbia fino a qui con buoni risultati. La partita sarà arbitrata da Bagozza e Bettarini; diretta su Radio Village Network.

CLASSIFICA: Caldaro 13; Appiano, Merano, Alleghe 12; Bressanone 11; Pergine 10; Ora, VARESE 6; Como 5; Fiemme 3.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore