Truffa del Rolex su subito.it, condannato a otto mesi

Ventiquattrenne nei guai: riscuoteva il prezzo tramite bonifico e poi spariva

Avarie

Forse aveva fatto affidamento sul fatto che nonostante utilizzasse il proprio numero di cellulare per “intortare” i compratori su whatsapp, la giustizia italiana non gli avrebbe mai chiesto di saldare il conto.

Invece proprio oggi, 2 ottobre, è arrivata la sentenza di primo grado con cui il giudice lo ha condannato a otto mesi di carcere per truffa: il doppio dei 4 mesi chiesti dal pubblico ministero.

E non è la prima condanna per questo ventiquattrenne della provincia di Varese conosciuto anche dalla procura di Busto Arsizio che in altri casi ha svolto le indagini per fatti analoghi, già ottenendo una condanna per sette mesi.

Ma oggi le conclusioni del pubblico ministero sono partite da lontano, da quando cioè sul tavolo degli investigatori arrivarono due denunce per truffa per un giro di annunci civetta sul popolare sito “subito.it” che, è bene specificarlo, non ha alcuna responsabilità in questa vicenda.

Per la truffa, semplice e banale, bastava qualche foto di begli orologi, tra cui anche un blasonato Rolex. Il compratore accedeva alla “vetrina virtuale” su internet, contattava il venditore e avveniva lo scambio di numeri telefonici. Quando il pollo era già quasi cotto a puntino, arrivava il colpo di grazia: “Ti giro, per tua sicurezza, la mia carta d’identità” (poi risultata finta).
Bene. “E ti invio, a garanzia degli orologi, il certificato di proprietà”. Benissimo.

Così la convinzione di portarsi a casa un Rolex – magari usato, ma sempre un Rolex – per 2870 euro, senza rischiare il pacco, era quasi sicura. Lo stesso vale per un altro orologio di marca del prezzo di 880 euro.

“Ma prima che ti mandi l’orologio, inviami il bonifico”. Certo. E qui il rapporto epistolare di compravendita si interrompeva, svaniva. Tanto da obbligare i compratori beffati a fare denuncia.
Di oggi la decisione del giudice: pena di 8 mesi e 500 euro di multa più risarcimento complessivo di 5000 euro. Le motivazioni si leggeranno fra 60 giorni.

di
Pubblicato il 02 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore