Si rompe la caldaia del Comune, botta e risposta “social” minoranza-sindaco

Il sindaco Zanotti risponde con un video su Facebook ad un post di Stefano Chiesa, consigliere di minoranza della lista “Casciago Cambia”

comune casciago

«Basta coi pettegolezzi da bar».

Commenta così il sindaco di Casciago Andrea Zanotti, rispondendo ad un post su Facebook di Stefano Chiesa, consigliere di minoranza della lista “Casciago Cambia” e fresco candidato (non eletto) nella lista “Civici e Democratici” per la Provincia di Varese.

«In due anni abbiamo cambiato la caldaia di Morosolo, in questi giorni stiamo cambiando la caldaia della palestra. Ora si è rotta la caldaia del Comune, la stiamo riparando, è un impianto di un certo tipo, c’è di mezzo un giorno di festa e il Ponte: le battute “ma è vero che siete al freddo perchè non avete i soldi per cambiare la caldaia” non stanno nè in cielo nè in terra – ha detto il primo cittadino in un video postato su Facebook -. Questi sono pettegolezzi che fanno arrabbiare (Zanotti ha usato un altro termine più colorito, ndr): se volete farli, fateli al bar».

Questo è il post di CasciagoNews, l’”organo di informazione” della lista Casciago Cambia, utilizzata da Chiesa per informare chi lo segue e soprattutto per pungolare l’amministrazione in carica:

Uffici comunali e posta al freddo da più di una settimana a Casciago: si è guastata la caldaia al servizio del palazzo comunale e viene da chiedersi, dopo che negli ultimi mesi era successo la stessa cosa agli impianti della scuola di Morosolo e della palestra, se abbiamo una amministrazione comunale “sfortunata” o sia un problema di manutenzione e/o di sostituzione di impianti vecchi che andrebbe gestita con un minimo di programmazione senza aspettare l’emergenza.
Scegliamo la seconda ipotesi, visto anche il recente caso dello stradino senza mezzo per svolgere il suo incarico e le affermazioni di qualche amministratore comunale sulla mancanza di soldi per sostituire la caldaia, cosa che contrasta con altre dichiarazioni sugli avanzi di bilancio e con i costosi incarichi professionali assegnati in questa legislatura per progetti non prioritari.

Stefano Chiesa

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore